Home in Evidenza Ludmilla Radchenko, ART&DESIGN SYSTEM

Ludmilla Radchenko, ART&DESIGN SYSTEM

526

Design Library, Via Savona 11, 20144 Milano, 9 novembre 2010
(a cura di Fortunato D’Amico)
La Design Library ospita una mostra delle creazioni recenti di Ludmilla
Radchenko, prodotte negli ultimi due anni con l’intento di raccontare, attraverso
il suo personale percorso di vita, la nuova condizione di una generazione
culturalmente modificata.
Art&Design System è una sequenza di immagini pop, tratte dalla vita
contemporanea, abituata a sconfinare e confondere attributi reali con quelli
virtuali ed effimeri del mondo mediatico. L’esposizione ripropone, insieme ad
alcuni lavori espressamente realizzati per questa personale, opere tratte da
quei cicli rappresentativi che maggiormente segnano il viaggio poetico e critico
intrapreso dalla giovane grafic viewer siberiana.
Star system, IconsUrban perspective, Arte di essere donna: sono i tre momenti
di riflessione sul tema delle immagini, dei miti popolari e della comunicazione
di massa di cui lei stessa è stata protagonista di rilievo in questi anni.
Nella sua Arca di Noè Ludmilla Radchenko dispone e seleziona icone, reinterpretate in un
proprio linguaggio pop e confezionate per il prossimo futuro. Il suo codice di scrittura,
anche se critico, non prende mai in considerazione una posizione di giudizio estremo.
Nella scelta dei soggetti da immortalare e da studiare dietro la loro maschera pubblica, si
lascia guidare dall’ intuito e dall’influenza che hanno nel suo immaginario i personaggi, i
luoghi, gli ambienti e loro oggetti.
Nella galleria di Ludmilla si trovano uno affianco all’altro, oltre a Giuseppe Garibaldi, anche
Vincent Van Gogh, Madonna, Christina Aguilera e la Statua della Libertà. Tutti sullo
stesso piano di evidenza, aldilà dei pesi e dell’importanza stabilita dalla storia, seriosa e
pedante del mondo occidentale.
Ma qui parliamo di un’altra storia, di episodi di vita e di narrazioni contemporanee, dove è
evidente, già nella scelta del mezzo di comunicazione, l’appiattimento delle profondità
temporali e delle qualità meritorie secondo le parametrizzazioni classiche. Nell’ Europa
moderna, in cui una consistente parte dei nuovi cittadini sono di provenienza straniera, il
tradizionale sistema dei segni e dei linguaggi crolla, lasciando ai residui mediatici il
compito di riorganizzare codici e significati. Una prospettiva drammatica per chi nel tempo
ha operato nella contestualizzazione culturale. Di fatto una realtà, assolutamente da non
sottovalutare, o bollare come secondaria. Per questo è interessante l’indagine di Ludmilla
Radchenko, che ci propone un tema d’attualità su un ambito dove ancora oggi sono
ancora in pochi disposti a confrontarsi.
La paura della perdita imperante in questi anni di crisi economica, di valori, ricchezze,
storie, beni, opere d’arte, significati accumulati nel secolo scorso di fine millennio, ci porta
a chiederci: chi, cosa e come rimarrà vivo, al passo di questo cambio epocale, tra i nostri
eroi, quelli della tv, dello sport, della politica, del cinema, della cultura e delle icone,
dell’impero capitalista e di quello comunista, della destra e della sinistra?
La serata sarà accompagnata da una performance di Regina, protagonista del
Chiambretti Night.
Promotore dell’evento
Gobbetto, resine speciali
Main sponsor
Gobbetto, resine speciali
Sponsor
PiQuadro Luci
Massardi Pittori
AVS Corriere Espresso
Officine Santandrea
con il contributo di
Gruppo Evoluzione
Housegrafik
4 colori
Lunadavideo
A&M Recording

Info evento: Titolo ART&DESIGN SYSTEM
Artista LUDMILLA RADCHENKO
A cura di Fortunato D’Amico
Sede Design Library, Via Savona,11– 20144 Milano
Data 9 novembre 2010
Orari Conferenza stampa dalle ore 18.00
Ingresso ospiti dalle ore 19.30 alle ore 23.00
Catalogo edito da Skira a cura di Fortunato D’Amico
Informazioni LUDMILLA RADCHENKO POP ART STUDIO
www.ludmillapopart.it
Facebook: Ludmilla Popart