Home in Evidenza INTERSECTIONS – HETEROTOPIAS. Lo spazio riflesso nell’arte contemporanea greca

INTERSECTIONS – HETEROTOPIAS. Lo spazio riflesso nell’arte contemporanea greca

1150

 Domenica 17 aprile, ore 11, allo Spazio Oberdan: visita guidata con l’artista George Hadjimichalis all’installazione “Hospital”, nell’ambito della mostra “Intersections – Heterotopias. Lo spazio riflesso nell’arte contemporanea greca”. Prosegue allo Spazio Oberdan della Provincia di Milano la mostra dal titolo “Intersections – Heterotopias. Lo spazio riflesso nell’arte contemporanea greca”, organizzata dal Museo Statale Greco d’Arte contemporanea (Salonicco). La mostra, aperta fino al 1° maggio, presenta due installazioni, realizzate indipendentemente, di due tra i più importanti artisti greci: Lizzie Calligas e George Hadjimichalis. Nasce da un’idea della storica dell’arte e Presidente del Museo Statale Greco d’Arte Contemporanea Katerina Koskina, e rientra nella quarta edizione del festival “Milano incontra la Grecia”. Domenica 17 aprile, alle ore 11, George Hadjimichalis presenta, nel corso di una visita guidata ad ingresso libero, l’installazione mixed-media “Hospital”, realizzata per la prima volta nel padiglione della Grecia alla 51^ Biennale di Venezia del 2005. Secondo Foucault, un ospedale “è una congiunzione tra spazio, linguaggio, morte e sguardo”: Hadjimichalis pone lo spettatore nella posizione di affrontare un momento critico ed estremo della propria esistenza. Gli elementi dell’opera trasformano lo spazio in memoria, sia personale che collettiva. Assieme costituiscono una geografia immaginaria e reale, un luogo “altro” che trascende i confini e i limiti imposti dal mondo reale che ci circonda. L’oggetto della contemplazione di Hadjimichalis non è tanto l’ospedale, quanto i vari contesti all’interno dei quali esso acquisisce il proprio significato.

Quello presentato allo Spazio Oberdan è un adattamento dell’installazione originale realizzata per la Biennale di Venezia nel 2005, e si compone di tre dei quattro elementi originali: a) l’edificio, b) la pianta dell’edificio, c) un momento nella mente del Signor A.K., che tocca tutte e quattro le dimensioni incorporando il tempo sotto forma di memoria, sia personale che collettiva.

Intersections – Heterotopias

Lo spazio riflesso nell’arte contemporanea greca mostra promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla cultura e Museo Statale Greco d’Arte contemporanea (Salonicco) a cura di Katerina Koskina

Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto 2, Milano

fino al 1° maggio 2011

orari 10-19.30, martedì e giovedì fino alle 22, chiuso il lunedì

ingresso libero