Home Eventi GAETA MEDIEVALE E LA SUA CATTEDRALE

GAETA MEDIEVALE E LA SUA CATTEDRALE

1064

GAETA MEDIEVALE E LA SUA CATTEDRALE Gaeta – Il Dipartimento di Storia dell’Arte della Sapienza Università di Roma e l’Arcidiocesi di Gaeta, in collaborazione con il Comune di Gaeta e la Camera di Commercio di Latina, organizzano, dall’11 al 13 marzo 2016, il Convegno Internazionale di studi Gaeta Medievale e la sua Cattedrale a cura di Mario D’Onofrio e Manuela Gianandrea.
L’iniziativa nasce dall’esigenza di rivedere sotto una nuova luce i monumenti e le opere d’arte più significativi della storia artistica di Gaeta a seguito dei restauri promossi negli ultimi anni da S.E.R. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio. I restauri hanno interessato la Cattedrale, le chiese di San Giovanni “a mare”, di Santa Lucia e del Salvatore, la sede arcivescovile e il Palazzo de Vio con il nuovo allestimento del Museo Diocesano.  A seguito di tali lavori sono emerse molte novità che necessitano di essere studiate da specialisti per un processo di valorizzazione del patrimonio di Gaeta e di fruizione dello stesso su larga scala.

Concentrarsi sulla storia medievale di Gaeta significa comprendere il giusto ruolo che la città ha ricoperto in quei secoli, quando, forte della sua autonomia, si impose da protagonista nelle dinamiche politiche e culturali del Mediterraneo. Quale “città di frontiera” tra il Meridione normanno-svevo-angioino e i territori della Chiesa romana, Gaeta si delineò come un anello di congiunzione tra i due grandi poli, dando vita a una produzione artistica di respiro multiculturale.
L’interesse specifico rivolto alla Cattedrale nasce non solo dalla eccezionale conformazione a ben sette navate assunta nel Medioevo ma anche dalla ricchezza del suo originario arredo liturgico di cui facevano parte la colonna per il cero pasquale, unica nel suo genere, il gruppo dell’uomo con il serpente, oggi utilizzato come leggio, e i rilievi con le storie di Giona, murate all’interno del campanile. Della chiesa medievale rimane testimonianza nella cosiddetta “settima navata”, dove sono confluiti in uno straordinario lapidario le memorie scultoree dell’edificio, molte delle quali ancora inedite. A ciò si aggiunga il vicino campanile, tra i più belli dell’Europa medievale sia da un punto di vista strutturale che decorativo, il cui ingresso alla chiesa è stato istituito quale Porta Santa per l’anno giubilare. Parallelamente si pone la dovuta attenzione all’aspetto assunto dalla Cattedrale nei secoli successivi al Medioevo, anche attraverso le opere d’arte custodite nel rinnovato Museo diocesano, tra cui il celebre Stendardo di Lepanto o la Stauroteca donata dal cardinale Tommaso de Vio.

Oltre alla Cattedrale, saranno oggetto di studio le chiese di San Giovanni “a mare” e di Santa Lucia, i cui recenti restauri hanno contribuito all’acquisizioni di nuovi dati per la loro comprensione. In particolare quest’ultima, insieme alla chiesa del Salvatore, si configura come un edificio del tutto inedito e pur tuttavia di grande interesse per la restituzione del contesto artistico di pertinenza.
Per meglio contestualizzare i monumenti e le opere d’arte, il Convegno vuole richiamare l’attenzione anche sulle vicende storiche della città, sulla sua cinta muraria, sullo sviluppo urbanistico e sulla presenza degli insediamenti religiosi.

A tale scopo il Congresso riunisce studiosi ed esperti italiani ed internazionali, con il coinvolgimento di importanti Università, tra cui, oltre alla Sapienza, quelle di Baltimora (USA), di Rennes (Francia), di Mendrisio (Svizzera), di Roma Tre, di Siena, di Napoli, di Salerno, e di prestigiose istituzioni, quali il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, la Bibliotheca Hertziana- Max Plank Institut, il Boston College e la Soprintendenza per il Polo Museale del Lazio.

Programma

Venerdì 11 marzo 2016

10,00 – 13,30 Basilica Cattedrale

Saluti delle Autorità

S.E.R. Mons Fabio Bernardo D’Onorio, Arcivescovo di Gaeta
Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio
Pierluigi Faloni, Prefetto di Latina
Cosmo Mitrano, Sindaco di Gaeta
Vincenzo Zottola, Presidente della Camera di Commercio di Latina
Marina Righetti, Direttore del Dipartimento di Storia dell’Arte, Sapienza Università di Roma

Presiede Mario D’Onofrio, Sapienza Università di Roma

Tra Roma e Napoli, Gaeta nel Medioevo
Vera Van Falkenhausen, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Coffee break

Palazzo De Vio (Sala conferenze)

Le relazioni tra Gaeta e Montecassino nel Medioevo e oltre
Mariano Dell’Omo, Archivio dell’Abbazia di Montecassino

Gaeta nell’alto Medioevo: sopralluoghi e verifiche documentarie per l’individuazione di una cinta muraria
Rossella Caruso, Istituto Superiore per le Industrie artistiche, Roma

14,30 – 18.30 Palazzo De Vio (Sala conferenze)

Presiede Valentino Pace, Università degli Studi di Udine; Humboldt – Universitat zu Berlin

Considerazioni sull’urbanistica di Gaeta nel Medioevo
Guglielmo Villa, Sapienza Università di Roma

Il “tesoretto” di oggetti tardoantichi e bizantini della Cattedrale di Gaeta
Alessandro Taddei, Sapienza Università di Roma

Lo sviluppo architettonico e i problemi conservativi della chiesa di Santa Lucia a Gaeta
Eleonora Tosti, Sapienza Università di Roma

Coffee break

I dipinti murali in palinsesto della chiesa di Santa Lucia a Gaeta
Giulia Bordi, Università degli Studi Roma Tre

La chiesa di San Giovanni a mare a Gaeta, osservazioni sui caratteri architettonici
Antonino Tranchina, Sapienza Università di Roma

La pittura tardomedievale nel territorio di Gaeta
Walter Angelelli, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

La Madonna detta della Cantina e il culto della Virgo lactans nel territorio della diocesi di Gaeta
Maria Rosaria Marchionibus, Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa, Napoli

Sabato 12 marzo 2016

09,00 – 13.00 Palazzo De Vio (Sala conferenze)

Presiede Antonio Iacobini, Sapienza Università di Roma

Società ed economia a Gaeta nei secoli XIII e XIV
Maria Teresa Caciorgna, Università degli Studi Roma Tre

Un’aquila enigmatia nel campanile di Gaeta
Mario D’Onofrio, Sapienza Università di Roma

Le vicende architettoniche della Cattedrale di Gaeta dal Medioevo al XVII secolo
Pio F. Pistilli, Sebastiano Roberto, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Siena

Coffee break

I bacini del campanile della Cattedrale di Gaeta
Maria Vittoria Fontana, Sapienza Università di Roma

Spolia nella Cattedrale di Gaeta
Patrizio Pensabene, Giuseppe Mesolella, Sapienza Università di Roma

Il pavimento marmoreo della Cattedrale di gaeta tra Medioevo e modernità
Alessandra Guiglia, Sapienza Università di Roma,

14,30 – 18.00 Palazzo De Vio (Sala conferenze)

Presiede Silvia Maddalo, Università degli Studi della Tuscia, Viterbo

L’arredo liturgico della Cattedrale di Gaeta: materiali, problemi, metodologia
Manuela Gianandrea, Elisabetta Scirocco, Sapienza Università di Roma, Biblioteca Hertziana – Max Planck Institut fur Kunstgeschichte Rom

Da Gaeta a Boston: la complessa storia conservativa delle formelle scolpite già in Santa Lucia
Martina Alessandrini, Sapienza Università di Roma

Il candelabro della Cattedrale di gaeta: liturgia pasquale ed intennità civica nel Regno angioino
Nino Zchomelidse, Johns Hopkins University, Baltimore

Coffee break

Quale gotico?Intorno alla cultura figurativa del Maestro del cero di Gaeta
Chiara Paniccia, Università degli Sudi della Tuscia, Viterbo

In hoc sepulcro requiescunt. Testo e contesto del monumento funebre di Francesco II Gattola
Anna Maria D’Achille, Sapienza Università di Roma

L’Exulter di Gaeta: restauri passati e problemi conservativi
Lucrezia Vardaro, ICRCPAL

18.00 Palazzo De Vio (Museo Diocesano)

Valentino Pace, Università degli Studi di Udine; Humboldt – Universitat zu Berlin

Lucrezia Vardaro, ICRCPAL

Visita al Museo Diocesano con illustrazione degli Exultet 1 e 2 recentemente restaurati

Domenica 13 marzo 2016

09,00 – 12.30 Palazzo De Vio (Sala conferenze)

Presiede Michela Di Macco, Sapienza Università di Roma

Le origini del Cristianesimo a Gaeta: ricerche in corso e progetti di valorizzazione di un patrimonio
Daria Mastrorilli, Daniela Quadrino, Alessandro Vella, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Musei Vaticani

La “Stauroteca di Gaeta” nel quadro dei manifesti liturgici dei monasteri bizzantini del Mezzogiorno
Marina Falla Castelfranchi, Università del Salento

Gli affreschi della cosidetta “navata vecchia”nella Cattedrale di Gaeta
Eleonora Chinappi, Istituto Centrale per la Catalogo e la Documentazione di Roma

Coffee break

Giovanni da Gaeta, da Napoli a Gaeta
Stefano Petrocchi, Direzione del Polo Museale del Lazio

Pittori a Gaeta tra Cinquecento e Seicento
Alessandro Zuccari, Sapienza Università di Roma

15,00 – 18.00 Palazzo De Vio (Sala conferenze)

Presiede Vinni Lucherini, Università degli Studi Federico II di Napoli

“Lo stendardo di Sua Santità”. Il vessillo di Lepanto nell’iconografia e nella letteratura
Massimo Moretti, Sapienza Università di Roma

Passare espressamente per quella città per considerarne l’eccellenza»: Giacinto Brandi e la decorazione della cripta del Duomo di Gaeta
Guendalina Serafinelli, Roma, Boston College International Program

Coffee break

La pala di Santa Caterina d’Alessandria di Andrea Vaccaro a Gaeta
Laura Bartoni, Università Telematica Internazionale Uninettuno

Gesto e colore: Sebastiano Conca a Gaeta
Stefania Macioce, Sapienza Università di Roma

Gli ultimi dieci anni della Cattedrale e di altri edifici circostanti
Lino Sorabella, Museo Diocesano di Gaeta

Conclusioni
Xavier Barral i Altet, Université de Rennes 2; Università di Venezia Ca’Foscari; Bibliotheca Hertziana – Max Planck Institut für Kunstgeschichte Rom