Home in Evidenza Chronic Expectation: CFS/ME Documentary Restoration’

Chronic Expectation: CFS/ME Documentary Restoration’

751

Dei malati di Sindrome da Stanchezza Cronica accanto all’altare dedicato all’immunologa Judy Mikovits, autrice della controversa pubblicazione sulla connessione tra il virus XMRV e la CFS/ME.

Per la sua nuova personale presso la sede di Roma di T293, Simon Denny presenta il restauro di un documentario che si basa su un recente dibattito ampiamente sviluppatosi attraverso le principali riviste e pubblicazioni accademiche, da ‘Newsweek’ a ‘Science’, tra il 2009 e il 2011. Questo dibattito si concentra attorno all’ipotesi di una possibile connessione tra la patologia nota con il nome di Sindrome da Stanchezza Cronica o Encefalomelite mialgica (una malattia ancora misteriosa, caratterizzata da un processo pervasivo di esaurimento psico-fisico e disturbi muscolari, scoperta nella metà degli anni Ottanta e che colpisce 17 milioni di persone in tutto il mondo) e il retrovirus XMRV, che sembra avere sorprendenti somiglianze strutturali con il virus dell’HIV. Se tale connessione fosse provata sarebbe un enorme passo avanti nella comprensione di questa patologia illusoria, le persone affette da essa hanno infatti dovuto affrontare per lungo tempo un forte scetticismo da parte della ricerca medica, degli organi legislativi e del proprio ambiente lavorativo.

La mostra è incentrata su una serie di stampe di due metà schermi che mostrano il notevole progresso di qualità del documento prima e dopo il restauro. Denny presenta il documentario nella sua versione completa, creando una successione di immagini che si rispecchia nell’evoluzione del dibattito sui media. Il documentario analizza approfonditamente varie pubblicazioni che hanno svolto una funzione chiave nel definire il misterioso virus nella mente delle persone e comprende una vaga successione dello sviluppo della sindrome attraverso l’attenzione ricevuta da parte della stampa e della letteratura di consumo. Parallelamente sono esposti diversi packaging di dvd, appositamente ridisegnati per il documentario, che vogliono dar forma a una malattia ancora nascosta. 

“La storia del XMRV e della Sindrome da Stanchezza Cronica si sta svolgendo in modo incredibilmente attuale, mettendo in evidenza il divario tra una scienza lenta e metodica e un mondo in continuo aggiornamento pronto a reagire di fronte ad ogni singola informazione.”
Trine Tsouderos, Tribune newspapers, 7 Giugno 2010 “Questa è la svolta che speravamo. Ora abbiamo la prova effettiva che l’agente infettivo è un fattore significante nella CFS/ME, i pazienti e i loro medici avranno presto un esame del sangue per verificare le diagnosi e ottenere le risposte che stavano cercando.” Annette Whittemore, fondatrice e presidentessa dell’Istituto Whittemore Peterson per le malattie neuro-immunitarie, in un comunicato stampa dell’8 Ottobre 2009 “Molte volte in questo campo è emerso che le relazioni tra virus e malattia dipendono da contaminazioni che avvengono in laboratorio, un fenomeno conosciuto con il nome di rumor-virus.”

Trine Trouderos, Tribune newspapers, 20 Dicembre 2010 “Quando si recensisce un DVD, si è tentati di descriverlo come la somma di un DVD 1 più un DVD 2. Nonostante sia semplice fare recensioni in questo modo, la gente è stanca di questo tipo di giornalismo”.
Peter Riggs, recensione su “DVD Review” ottobre 2003. Simon Denny (nato nel 1982) vive e lavora tra Berlino e Auckland. Le mostre personali più recenti hanno avuto luogo presso le seguenti sedi: Contemporary Art Museum St Louis; Halle Für Kunst Lüneburg; Artspace di Sidney (residenza e mostra). Denny ha inoltre partecipato a numerose collettive tra le quali: ‘Der Western Leuchtet’ presso il Kunstmuesum di Bonn, ‘Mimesi Permanente’ alla GAM-Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino; Biennale di Sidney 2008. L’artista ha recentemente progettato un’installazione per la mostra ‘Art in the wake of Television Camp’ presso il Kölnisher Kunstverein di Colonia e presenterà a breve una personale al Neuer Aachener Kunstverein ad Aachen. Il suo lavoro sarà inoltre inserito all’interno di una collettiva che sviluppa il tema dell’appropriazione presso il Kunsthaus di Bregenz. Le gallerie Daniel Buchholz (Colonia/Berlino) e Michael Lett (Auckland) hanno da poco pubblicato un catalogo con tutti i lavori di Simon Denny realizzati tra il 2008 e il 2010.

Simon Denny
‘Chronic Expectation: CFS/ME Documentary Restoration’
Periodo: 11 marzo – 20 maggio, 2011
Inaugurazione: venerdì 11 marzo, 0re 19
Orari: 15 – 19, martedì – venerdì
T293, Via dei Leutari 32, Roma
T: +39 (0)6 83763242, [email protected], http://www.t293.it/