Home Eventi Arte, Patrimonio e Diritti Umani

Arte, Patrimonio e Diritti Umani

760

adrian paciMilano – Giovedì 2 febbraio, alle ore 17.00, Connecting Cultures e Fondazione Ismu – Settore Educazione – Patrimonio e Intercultura presentano al pubblico il progetto vincitore del concorso Arte, Patrimonio e Diritti Umani.

Nato in occasione del convegno Lost in Translation (23 febbraio 2010), e grazie al contributo del PaBAAC – Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il concorso si rivolge a giovani artisti e istituzioni culturali (musei, biblioteche e archivi), chiamati a collaborare allo sviluppo di nuovi ed originali progetti artistici volti all’inclusione culturale dei “nuovi cittadini”, in osservanza della Convenzione Unesco del 2005 per la protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali, ratificata anche dall’Italia.

Alla sua seconda edizione Arte, Patrimonio e Diritti Umani intende porsi come sostegno alla creatività giovanile quale stimolo per nuove e lungimiranti politiche di inclusione culturale e per la promozione di una “nuova committenza pubblica”. La presentazione del vincitore e degli altri progetti selezionati sarà un’occasione per riflettere sulle possibilità e le opportunità di collaborazione tra artisti e istituzioni culturali in un ambito complesso e attuale quale quello dell’intercultura. In dialogo con i responsabili dei progetti presentati, i rappresentanti degli enti promotori e della giuria svolgeranno alcune considerazioni in merito al concorso, a partire dai propositi iniziali da cui è partito fino agli esiti generali. L’intento è di contribuire alla crescita e alla valorizzazione delle professionalità che vi hanno preso parte e, soprattutto, di incentivare questa importante partnership affinché essa diventi “buona pratica” nelle p olitiche culturali delle amministrazioni cittadine e “prassi ordinaria” delle istituzioni culturali, e tali progetti possano avere una effettiva e duratura ricaduta sul territorio, generando nuove relazioni e consapevolezza.

Al concorso hanno partecipato oltre 30 progetti. La giuria, con un attento lavoro di valutazione, ha selezionato cinque progetti che si sono distinti per l’originalità delle idee, la messa in valore del patrimonio culturale, il coinvolgimento dei destinatari in processi di scambio e di dialogo interculturale, l’effettiva realizzabilità e sostenibilità, nonché le potenziali ricadute sul territorio e sulle politiche culturali. Gli artisti e i collettivi selezionati, accompagnati dall’istituzione partner, presenteranno gli elementi salienti dei progetti. In chiusura verrà nominato il vincitore del concorso.

Progetti selezionati

– “CHANGE FACE / cambia faccia”
artista: Paolo Baraldi
istituzione culturale: GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo
luogo di svolgimento del progetto: Bergamo

– “Diritti di Carta”
artisti: Ruggero Baragliu, Emanuele Rinaldo Meschini, Paolo Scarfone
istituzione culturale: Associazione Museo della Carta di Pescia Onlus
luogo di svolgimento del progetto: Pescia

– “Landscape Remix”
artista: Giulia Casula
istituzione culturale: MAN – Museo d’Arte Provincia di Nuoro
luoghi di svolgimento del progetto: Nuoro, Isili e Tortolì

– “Lingua Mamma. Un percorso artistico-linguistico con la comunità bengalese di Roma”
artisti: Sara Basta, Marianna Ferratto
istituzione culturale: Biblioteca Comunale “Dino Penazzato”
luogo di svolgimento del progetto: Roma

– “Orto tosco-cinese”
artista: Leone Contini
istituzione culturale: Museo della Vite e del Vino di Carmignano
luogo di svolgimento del progetto: Carmignano

 

Informazioni:

Premiazione “Arte, Patrimonio e Diritti Umani”
Pinacoteca di Brera, Sala della Passione
2 febbraio, ore 17.00
Adelaide Santambrogio
t./f. 0289181326
[email protected]