Home Mostre Realismo Astratto

Realismo Astratto

749

Realismo Astratto - Carlo D’Orta, Albano Paolinelli, Danilo Susi Milano – Il termine “Realismo Astratto” sottintende una forma di conciliazione degli opposti. E’ un vero e proprio ossimoro, cioè una figura retorica in cui due termini opposti convivono. Ma si sa che l’arte è proprio la realizzazione dell’impossibile, visione di qualcosa che nel mondo ancora deve esistere.
Per questo i tre artisti che provengono da percorsi e formazioni diverse, utilizzando la fotografia (D’Orta, Susi) e la pittura (Paolinelli), si sono messi insieme attorno ad un progetto comune. Si tratta di una scelta teorica che ha la sua ragion d’essere all’interno delle reciproche poetiche e della prassi dell’operare artistico. Ma si tratta anche della volontà di costituire un gruppo di ricerca, di mettere insieme delle affinità elettive che diventano originalità e ricerca di novità nell’arte.
“Realismo Astratto” è quindi un modo per guardare intensamente la realtà con un procedimento di analisi attento. Si tratta di far convivere con successo la volontà di osservare con quella di saper cogliere dei dettagli, dei segni, che sono estratti dalla realtà stessa e che quindi sono degli elementi costitutivi della realtà stessa. Analisi e sintesi coincidono, così come la visione poetica con quella dell’indagine che fa affiorare il particolare.

Inoltre il lavoro complessivo assume importanza perché gli artisti sentono come proprio e fondante il rapporto con la realtà. Questa però viene restituita attraverso la creazione artistica come un sogno, come una visione, come un elemento non di rappresentazione quanto di interpretazione. L’astrazione purifica le immagini, ci sottrae al “rumore” di una realtà ipercodificata, satura di immagini. Il “Realismo Astratto” diventa una visione del mondo partecipata, profonda ma anche distaccata e sottilmente onirica. Una prospettiva che crea un contatto con qualcosa di ulteriore che l’arte può svelare attraverso il suo potere di approfondire i costituenti della realtà, la sua struttura molecolare, senza rinunciare alla poesia e all’emozione.
(Valerio Dehò)

Realismo Astratto
Carlo D’Orta, Albano Paolinelli, Danilo Susi (a cura di Valerio Dehò)
Dal 20 settembre al 9 ottobre 2011
presso Spazio PwC Experience – Via Monte Rosa 91 – Milano

Carlo D’Orta (1955) realizza opere fotografiche di ispirazione astratta e surrealista. Selezionato dalle giurie del Premio “Mondatori” 2009 e del Premio “B.Cascella” 2011,  ha vinto nel 2010 il voto on line nel premio internazionale “Celeste Prize”, esponendo alla mostra finale di New York. Ha inoltre vinto, nel 2011, il Premio “Il Segno-Man Ray”, bandito dalla galleria Zamenhof di Milano, con l’opera “Astrattismo Parallelo x16 Ocra” realizzata insieme a Danilo Susi. Nel biennio 2010/2011 la sua mostra itinerante “Ritmi Architettonici” ha fatto tappe a Monaco di Baviera, Stoccarda e Francoforte e sarà in autunno a Colonia  e Berlino. Nel 2011 ha inoltre esposto a Pescara (Aurum), Roma (Galleria Tondinelli) e Milano (Spazio Oberdan). (www.carlodortaarte.it)

Albano Paolinelli (1943) è scenografo, curatore di allestimenti scenici per teatro, cinema e varie testate televisive, nonché docente di discipline pittoriche. Dal 1960 ha partecipato a numerose mostre nazionali e internazionali, è stato presente in diversi premi “Michetti” e “Alternative attuali” nonché alla rassegna internazionale sul cinema d’avanguardia “Videor” (2004, Modena) e ha fatto parte della Galleria “Convergenze-laboratorio comune d’arte” di Pescara. In questi ultimi anni ha tenuto personali a Pescara (2003), a Boston (Usa, 2004), a Charleroi (Belgio, 2004) e a Milano (Spazio Oberdan, 2011). Ha inoltre partecipa a diverse collettive tra cui “Premio Vasto”, 2007; ”Premio Sulmona”, 2008; “Abitare Oggi” Lanciano 2010/2011. (www.albanopaolinelli.it)

Danilo Susi (1949) ricerca il colore nei riflessi dell’acqua secondo l’impressionismo di Claude Monet. Nasce così il progetto fotografico “Acquastratta”, marchio depositato. E’ autore di otto libri fotografici. Ha vinto, nel 2011, il Premio “Il Segno-Man Ray”, bandito dalla galleria Zamenhof di Milano, con l’opera “Astrattismo Parallelo x16 Ocra” realizzata insieme a Carlo D’Orta. Mostre recenti: 2007: Galleria civica “G.Sciortino”, Monreale (Pa); 2008: Museo d’arte moderna “Colonna”, Pescara; 2009: Galleria Luxardo e Lavatorio Contumaciale, Roma; 2011: Aurum, Pescara; Spazio Oberdan, Milano. Nel 2011 ha organizzato per il Comune di Termoli la mostra itinerante “Italia150”, che sarà esposta anche a New York ad ottobre. (www.danilosusi.com)