Home Artisti Ludmilla Radchenko: born to be pop

Ludmilla Radchenko: born to be pop

732

ludmilla radchenkoLudmilla è una giovane artista di origine siberiana, dopo un’esperienza nel mondo della TV, intraprende un percorso che la riporta ai suoi studi d’arte compiuti nel suo paese.
La presentiamo qui con due mostre imminenti:

  • 1 ottobre Mostra Evento Ludmilla Radchenko e presentazione di collezione privata degli artisti Biondi e Fabrizio Trotta, Miro Persoslja, Nerone presso Teatro la Scala di Milano. Gestita e organizzata in esclusiva da GIGART Art Finance www.gigart.it. Per ulteriori informazioni clicca qui

La sua biografia:

Ludmilla Radchenko nasce in Siberia, a Omsk, l’11 novembre 1978.

Dopo 4 anni di studi presso la scuola Delle Arti Ludmilla nel 1995, premiata con un diploma da giovane pittrice, prosegue gli studi sia all’Istituto di Design sia all’Istituto del Cinema e Teatro.

Nel 1999 si diploma in Arte e Design e parte per l’Italia, dove comincia a lavorare come modella, approdando poco dopo alla televisione. Tuttavia la passione per la pittura rimane forte, tanto che durante un reality show in Africa nel 2005, Ludmilla comprende di voler seguire la sua vena pittorica a tempo pieno.

Il 10 marzo 2007 insieme al pittore Rinaldo Dolfini ha luogo la sua prima mostra collettiva presso lo studio IROKO di Milano a tema “Gli Angeli Ribelli”.

Nel frattempo, dopo un viaggio di studi a Londra, Ludmilla prepara un’altra collezione di quadri dedicata alla capitale inglese dal titolo “London Times”.

L’estate 2008 nasce il progetto L’ARTE DI ESSERE DONNA, ideato, creato ed interpretato da Ludmilla che finisce per essere pubblicato come allegato speciale a tutta la tiratura del numero di ottobre 2008 di Maxim.

A Ottobre 2008 organizza il suo primo Vernissage dedicato alla collezione dei 12 quadri “L’Arte di Essere Donna” a Palazzo Venini, nel cuore di Milano.

A dicembre 2008 Ludmilla parte per gli USA, dove segue un corso d’inglese avanzato e uno di recitazione a New York.

A marzo 2009 torna in Italia, nasce l’idea di esporre la collezione NEW YORK UNDERGROUND, che rimanda esplicitamente alla corrente pittorica della “POP ART”. A luglio 2009 presenta la collezione al suo secondo

Vernissage presso lo spazio Astoria a Milano.

Ludmilla Radchenko: Born to be popLa stessa estate la Galleria svizzera SALON DES ARTS , presso il casinò di Campione decide di chiudere la stagione artistica con l’esposizione di giovane emergente artista.

La mostra successiva è un tributo alla regina del Pop: Madonna.

il 7 Ottobre 2009 alla Black Room del noto Hotel milanese Diana Majestic espone una collezione dal titolo MADONNA LIVE STYLE.

Nel frattempo partecipa ad un’importante collettiva, Imago Feminae, l’annuale rassegna tortonese di pittura figurativa e arte visiva dal 3 al 30 Ottobre 2009, Ludmilla, presente con la collezione Charmant Paris.

A novembre 2009 in collaborazione con Silvia Pettinicchio di Wannabee Gallery partecipa alla collettiva Another break in the wall organizzata il 9 Novembre 2009 per celebrare i vent’anni dalla caduta del muro di

Berlino, e già il 2 Dicembre a Wannabee Gallery l’artista siberiana espone dieci quadri in una personale dal titolo AMSTERDAM TEMPTATION.

A febbraio 2010 Ludmilla espone 4 opere a una collettiva di RDBR Gallery in via Margutta (Roma) e riceve la chiamata per partecipare alla Cow Parade 2010 di Roma. L’artista realizza Lady Candy Pop, una mucca che inizia ad essere pezzo cult della manifestazione internazionale già dal primo Vernissage di presentazione in studio.

A fine marzo 2010 Ludmilla Radchenko partecipa anche ad Arte Accessibile a Milano con alcune sue opere esclusive.

Ad aprile è prevista un esposizione durante tutta la settimana del Salone Del Mobile preso lo spazio di design ROBERTAEBASTA in via Solferino 2, zona Brera.

Sempre in occasione del Salone del Mobile a Ludmilla viene proposto di partecipare nel progetto di una installazione artistica di Gobbetto(produttore elle resine)alla Triennale di Milano, dove l’artista presenta due opere di un gigantesco patchwork.

gigart-scala-milanoIl prossimo evento legato all’azienda PiQuadro Luce con la cui Ludmilla sviluppa un rapporto di collaborazione ,scoprendo la potenza della illuminazione a led. E il 18 giugno ha avuto luogo la mostra legata al design a Cagli al palazzo Felici, edificio di XVII secolo.

Le opere di Ludmilla sono state presenti anche al festival Summer Jamboree a Senegalia (Luglio 2010) dove la Radchenko ha dedicato la sua esposizione delle opere agli anni 50. Le sue opere sono state presentate per tutta la durata del festival internazionale tra lo Spazio Marcheshire Goormet e la galleria Expo Ex.

Per ulteriori informazioni e conoscere le prossime mostre vista il sito Pop. Art. Studio