Home Mostre LA DONNA COME MATERIA – Personale di Marcello Bruognolo

LA DONNA COME MATERIA – Personale di Marcello Bruognolo

1088

LA DONNA COME MATERIA - Personale di Marcello Bruognolo Bagnolo Mella (Brescia) – Lo scorso 23 novembre si è inaugurata negli spazi de L’Altra Arte la mostra personale dell’artista Marcello Bruognolo che resterà aperta sino a 6 gennaio negli orari:
da martedì a domenica: 9-12;15-19; lunedì 8 dicembre 15-19
indirizzo: L’ALTRA ARTE di Delfina Platto – via Nazario Sauro 20/22 – 25021 Bagnolo Mella (BS)
PER INFO: Cell. 339 4693073 – 340 3962100  – www.laltra-arte.com
ingresso libero

Riprendendo le parole spese da Fiorenzo Bellina e dall’artista stesso, è stato scelto come tema unico dell’esposizione “LA DONNA COME MATERIA” per dare risalto all’importanza della donna, al fascino del suo mondo interiore, alla sua intelligenza.
La donna in quanto centro dell’universo.
Nelle opere c’è un continuo lavoro di ricerca per rappresentare l’essenziale della donna, il suo io più intimo, il suo mondo interiore in tutte le sfaccettature.
Quindi la materia è la donna, è il suo spessore, i corpi sono solo la provocazione, di certo un piacere , ma la sua vera natura sta nei mari, nei boschi, nei colori.
Nelle opere esposte si passa da figurativi a temi più astratti sino a sintetizzare l’infinito mondo della donna e del suo essenziale nei monocromatici.
Da un effetto quasi cosmico, le opere sono molto dinamiche e la tecnica utilizzata molto affascinante.
Ottenute dalla miscela di pigmenti di colore e olio, si ha infatti un risultato di buon impatto e molto interessante per il fatto che la luce viene assorbita dai pigmenti stessi, non riflessa.
In questo modo, ognuno, a seconda della propria interpretazione e personalità, può costruire il proprio quadro infrangendo più o meno luce e riscoprire ogni volta effetti nuovi.

Classe 1950, romano di nascita, approdato a Milano alla fine degli anni ’80, Marcello Bruognolo è un cosmopolita per natura.
Le sue passioni sono l’umano e l’arte e ha saputo coltivarle entrambe dedicandosi alla professione di psicologo e consulente aziendale senza mai abbandonare la creatività e il piacere di fare arte perfezionando il suo stile nella continua ricerca del bello estetico.
Si è formato artisticamente alla scuola dello zio, Maestro Rodolfo Monaco, e ha periodicamente esposto le sue opere sia in mostre collettive che personali.
Ha scritto sulla Psicologia dell’Uomo e sull’Arte Moderna.