Home Mostre Mostre in Italia I LOVE ITALY – Torino presenta l’artista Rosa Liotto

I LOVE ITALY – Torino presenta l’artista Rosa Liotto

254

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata venerdì 8 marzo 2019 presso la straordinaria location di Palazzo Saluzzo di Paesana a Torino, siamo lieti di presentare  Rosa Liotto che in tale occasione esporrà due opere ispirate all’arte giapponese

Rosa, innanzitutto benvenuta in questo importante progetto dedicato agli artisti italiani.. Parlaci un po’ di te…quando e come hai scoperto la tua passione per la pittura?

Sono nata a  Campora (Sa) e poi mi sono  trasferita per studio a Firenze dove tuttora vivo. Sin da piccola mi sono appassionata alla pittura ed ad ogni forma di creatività artistica. In seguito alla morte prematura di mio fratello mi sono iscritta a Medicina e Chirurgia, specializzandomi in anestesia e rianimazione e lavoro in questo settore da diversi anni a contatto continuo con il dolore.

La mia creatività è rimasta inespressa per lungo tempo e solo da pochi anni ho potuto iniziare ad esprimere la mia sensibilità nella pittura, quando occasionalmente ho scoperto una scuola d’arte che mi ha permesso di imparare diverse tecniche artistiche, appassionandomi ed entusiasmandomi, provando così sempre di più stupore nel processo della creatività e nell’espressione della mia sensibilità, imparando a non essere alla mercè delle mie emozioni, ma a goderle e dominarle.

Mi sono appassionata alla pittura giapponese. L’eleganza, la luce, l’oro, la semplicità, le figure  bidimensionali, come espressione d’infinito mi hanno affascinato. Ho continuato però anche ad apprezzare la bellezza dei dettagli, della tridimensionalità e della natura. Ciò mi  ha portato ad associare le due culture distinte.  Uso tecniche di pittura ad  olio su tavola di legno e acquerello giapponese, con materiali preziosi come foglia d’argento, foglia d’oro zecchino, foglia similoro,  polvere d’ostrica, usando le tecniche tradizionali fiorentine degli antichi doratori. Il tutto con il riuso di ante di vecchi armadi  e di altri oggetti “provenienti dai margini quasi invisibili dell’indifferenza del quotidiano, associandomi alla nuova frontiera dell’eco sostenibilità dell’arte contemporanea”.

Ho partecipato a diverse mostre e sono attualmento membro del gruppo artistico “Arte fuori” delle Giubbe Rosse.

Come nascono le tue opere? Riesci a descrivere le sensazioni, i pensieri che ti passano per la mente in quel preciso istante?

Ogni opera nasce in modo diverso: un’ immagine, un pensiero un’emozione, una sensazione che mi colpisce. Spesso esprimo metafore del mio vissuto interiore, cercando di trasmettere emozioni importanti e profonde, positive e stimolanti. Non c’e’ un pensiero preciso, inizio con un progetto e mi faccio trasportare dall’ emozione cercando di stare attenta all’armonia e all’equilibrio nell’insieme.

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Ogni giorno, in ospedale, vivo una realtà fatta di dolore e disperazione, per cause diverse gente di ogni età rischia di perdere la vita o di vederla trasformata completamente. Vedo anche professionisti che lottano quotidianamente offrendo tutti se stessi per cercare di salvare la vita e la qualità di vita a chi la sta perdendo. Sentimenti di disperazione, di tristezza e talora di impotenza o di commozione. Tutto si tinge di colori scuri. Attraverso la mia arte vorrei contrastare tutto questo con luci, colori  intensi, emozioni di tenerezza e calore. Dare la sensazione di volare, fuggire o evadere, usando materiali vivi, ridare “vita”.

L’obiettivo attraverso  le mie opere è arrivare a far uscir fuori il calore, l’amore, la luce interiore che ogni uomo possiede.

Prossimi progetti in programma?

Mostra collettiva Giubbe rosse  Firenze 10/2/2019

Mostra collettiva Prato Chostro San Domenico marzo 2019

Mostra “Donne e non solo”, Salerno palazzo della Provincia ( 8 marzo 2019)

Mostra “Nel segno della Croce” 2019 Stazione della via crucis ( la veronica ) Museo diocesano San Matteo Salerno- 28/3/19- 22/4/19

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa interessante artista presso Palazzo Saluzzo di Paesana.