Home Mostre Mostre in Italia I LOVE ITALY – Torino presenta l’artista Maria Rosaria Iacobucci

I LOVE ITALY – Torino presenta l’artista Maria Rosaria Iacobucci

232

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata venerdì 8 marzo 2019 presso la straordinaria location di Palazzo Saluzzo di Paesana a Torino, siamo lieti di presentare Maria Rosaria Iacobucci che in tale occasione presenterà ben tre opere

Maria Rosaria, bentornata in questo importante progetto dedicato ai talenti italiani che ti vede protagonista sin dalla tappa romana… Raccontaci le emozioni provate e tutto ciò che é stato sino ad ora per te il progetto “I love Italy”:
Stimatissima Francesca, innanzitutto non finirò mai di ringraziarti per avermi scelto. Immagino sia stata evidente la mia incontenibile emozione sin dalla prima tappa di “I LOVE ITALY”. Questo tipo di emozione permane ed aumenta ulteriormente fino a diventare stimolo artistico. Dipingere, plasmare, creare per questo importantissimo progetto implica un’attività nella quale tutti i miei sensi vengono stimolati. E’ una forma di terapia, ricevo una serie di sollecitazioni a livello fisico, intellettuale ed emozionale. Richiede anche un impegno percettivo, la pittura mi permette di accedere ad aspetti nascosti del mio carattere e di esprimere emozioni, spesso inaspettate, molte volte potenziando abilità spesso ignorate. Mi lascio trasportare dai sensi, posso affermare che attraverso le mie opere vengo rappresentata dal punto di vista olistico, nella mia totalità.

Cosa significa per te essere un’artista?
Emozionare! L’artista è una persona che possiede particolari doti di sensibilità e di gusto. Il prodotto artistico rivela il mondo interiore dell’artista e l’arte utilizza le sue potenzialità di elaborare il proprio vissuto creativamente e trasmette emozioni in chi osserva.

In ogni tappa hai mostrato di essere un’artista estremamente eclettica e sempre in una continua ricerca volta alla sperimentazione di tecniche e generi diversi… In tale occasione esporrai tre lavori che rappresentano bene questa tua ricerca in continua evoluzione.. Ti va di raccontarci come sono nate e cosa vorresti trasmettere?
Ti ringrazio, l’arte è considerata una forma di comunicazione importante che riesce ad arrivare dove le parole non riescono. L’arte ed emozioni sono indissolubilmente legate. E’ l’emozione a far scaturire in me la scintilla della creazione avvalendosi della lettura del mio mondo interiore. L’arte utilizza le mie potenzialità di elaborare il mio vissuto creativamente e la continua ricerca di tecniche nuove in continua evoluzione mi hanno portato a considerare temi a me cari:

in“Apostasìa” colori acrilici – tecnica mista su tela 50×70
ho voluto mettere in risalto la sofferenza del Papa, l’impotenza di fronte alle accuse di condotte immorali e repellenti delle Autorità ecclesiastiche che hanno portato al declino dei valori predicati dalla religione cattolica.
La Sua incapacità, l’inadeguatezza nell’affrontare le cause e le problematiche relative al fallimento hanno prodotto la collisione tra il mondo sacro e la società, dovuta alla rilevante perdita di credibilità morale. In sostanza, la razionalità dell’uomo è entrata in conflitto con il disperato bisogno di affidare l’animo umano a basi irrazionali. Il declino della Chiesa, il volatilizzarsi delle convinzioni cattoliche le ho rappresentate allegoricamente nell’opera con un forte vento, che trascina con irruenza la Tiara papale, simbolo di potere, di Sovranità;

In “Intelligenza artificiale” colori acrilici – tecnica mista su tela 70×50
E’ un omaggio ad Isaac Asimov, scienziato biochimico russo e scrittore di fantascienza, uno dei più ineguagliabili divulgatori scientifici del mondo. Asimov aveva previsto 35 anni fa che nel 2019 l’informatizzazione sarebbe diventata fondamentale per governi e nazioni e ancor più essenziale per la quotidianità di tutti gli esseri umani;
in “la Dea indipendente” colori acrilici – tecnica mista su tela 50×70
Ho raffigurato Atena fiera con lo sguardo inespressivo, freddo, tipico delle sculture antiche che non dovevano esternare emozioni. L’Atena di oggi è la donna forte, intraprendente che sacrifica ogni aspetto della propria vita privata. La donna che ritiene di non aver bisogno di qualcuno che si prenda cura di lei che ha scelto di essere indipendente. Non sola, indipendente!

Sogni o progetti per il tuo futuro artistico?
Sogno di vivere d’arte! L’arte è per me un regno intermedio, una zona franca, tra la realtà e la fantasia, ma anche riequilibrio interiore, crescita, appagamento, serenità!

Grazie per il tempo che ci hai concesso, invitiamo i nostri lettori a scoprire questa interessante artista presso Palazzo Saluzzo di Paesana e a seguirla online su facebook: mariarosariaiacobucci o su instagram: mariarosariaiacobucci che sarà attivo tra pochi giorni.