Home Mostre Mostre in Italia I LOVE ITALY – Torino presenta l’artista Gabriele Giacchino

I LOVE ITALY – Torino presenta l’artista Gabriele Giacchino

258

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata venerdì 8 marzo 2019 presso la straordinaria location di Palazzo Saluzzo di Paesana a Torino, siamo lieti di presentare Gabriele Giacchino che in tale occasione presenterà un piatto in ceramica

Gabriele, bentornato in questo importante progetto dedicato ai talenti italiani che ti vede protagonista sin dalla tappa veneta.. Raccontaci le emozioni provate e tutto ciò che é stato sino ad ora per te il progetto “I love Italy”:
Buongiorno a tutti e grazie per supportare questa splendida iniziativa artistica! I Love Italy è un percorso attraverso l’Italia, Paese meraviglioso, bello da vivere e da visitare in ogni suo angolo, che con le sue bellezze artistiche ed architettoniche rende ogni viaggio una esperienza molto emozionante! Ogni tappa ci permette di apprezzare una città unica e bellissima e ogni opera è una nuova creazione che alimenta questa bellezza.

Nelle diverse tappe ti sei contraddistinto per le creazioni in ceramica, nelle quali si riscontra una notevole abilità tecnica unita ad una grande creatività e passione per la resa dei dettagli e la sperimentazione. Ti va di raccontarci qualcosa in più sull’opera esposta a Torino?
L’opera che ho realizzato per Torino è dedicata alla comunicazione. La comunicazione ha sempre permesso all’umanità di progredire, sfruttando sinergicamente lo scambio di conoscenza tra gli individui. Oggi il mondo è tempestato di infinite informazioni che veicolano migliaia di messaggi talvolta divergenti, rendendo poco efficace la comunicazione. Questa grande confusione genera molta difficoltà nel comunicare e quindi limita la crescita dell’individuo. Oggi è molto difficile essere ascoltati e soprattutto compresi. Mentre è facile emettere messaggi usando i social, è estremamente difficile far emergere il proprio pensiero poiché la nostra voce è inflazionata e coperta dalle centinaia di informazioni che le circolano intorno. Fortunatamente i colori ed i suoni emettono vibrazioni che non necessitano di essere interpretate per essere percepite, poiché agiscono in maniera ancestrale su di noi. Oggi per comunicare è quindi necessario usare canali semplici come un colore e una nota, come un do blu.


C’è un artista del passato o contemporaneo che ha particolarmente influenzato il tuo stile o che senti vicino al tuo modo di concepire l’arte?
Ogni artista ha un suo modo di comunicare, alcuni trasmettono emozioni con i colori, altri con i segni, altri ancora con le simmetrie e le proporzioni, c’è chi usa la musica o il balletto…vi è armonia dentro a tutte queste arti, poiché vi è armonia dentro di noi.
Mi piacciono gli artisti che sono orientati alla vita ed aiutano l’uomo ad apprezzare di più il mondo in cui viviamo. Chagall è uno di questi. Nelle sue opere è presente il suo passato, il suo presente, i suoi sogni…nei suoi quadri è presente l’amore che si pone sopra tutto, illuminando le sue opere di eternità.

Sogni o progetti per il tuo futuro artistico?
Mi piacerebbe portare l’arte nella vita di tutti i giorni, anche fuori dai musei, dalle gallerie, dalle proprie case. Oggi il nostro mondo è al di fuori, è dinamico, è complesso, è mutevole. Penso sarebbe molto bello rendere l’arte più “portatile” e quindi più a misura dell’uomo di oggi.

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questo interessante artista presso Palazzo Saluzzo di Paesana.