Home Eventi Filippo Lippi torna agli Uffizi

Filippo Lippi torna agli Uffizi

503

Firenze – Dal 26 aprile al 30 maggio 2010 si potranno ammirare alla Galleria degli Uffizi tre capolavori del pittore fiorentino dopo un lungo restauro.
Grazie a un eccezionale prestito dal Louvre si potrà contemplare la Pala del Noviziato nella sua composizione originale per la prima volta dopo ben due secoli, tornata a risplendere nella sua originale completezza. La Pala, capolavoro del pittore fiorentino Filippo Lippi (Firenze, 1406 ca. – 1469) eseguita per l’omonima cappella in Santa Croce a Firenze, fu commissione di Cosimo de’ Medici nel 1445. La Pala è stata riunita alla Predella dipinta dal giovane aiutante di Lippi, Francesco di Stefano detto Il Pesellino. Infatti, la Predella sarà esposta nella sua composizione originaria grazie appunto all’eccezionale prestito dal Museo del Louvre di Parigi.
Tre in totale i capolavori restaurati nel corso dell’anno, dopo un lungo e attento lavoro reso possibile dalla generosità dell’Associazione Amici degli Uffizi, che dal 1993 opera in sostegno alla Galleria, assieme ai Friends of the Uffizi Gallery, Inc.: oltre alla Pala e alla Predella, gli interventi hanno riguardato la cosiddetta Pala di Annalena e altre due tavole dell’artista: La Madonna annunciata e Sant’Antonio abate e altre due tavole dell’artista: La Madonna annunciata e Sant’Antonio abate e L’angelo dell’Annunciazione e San Giovanni Battista.L’opera che ricordiamo era coperta da una coltre oleosa che ne offuscava completamente le tonalità cromatiche, ha recuperato stupendamente la Pala soprattutto dal punto di vista dei valori cromatici originali.

La Pala del Noviziato era originariamente accompagnata da una predella dipinta dal giovane Francesco di Stefano detto Il Pesellino (Firenze, 1422 ca. – 1457 ca.) sotto la guida di Filippo Lippi. La Predella si compone di cinque scomparti raffiguranti San Francesco che riceve le stimmate; Il miracolo dei Santi Cosma e Damiano [originali provenienti dal Museo del Louvre di Parigi]; La Natività; Il Martirio dei Santi Cosma e Damiano e Il Miracolo di Sant’Antonio. I tre scomparti originali già presenti agli Uffizi sono stati oggetto di un’opera di restauro che ha permesso di valorizzare il linguaggio pittorico intriso dei riflessi stilistici del primo Quattrocento, da Masaccio a Veneziano fino a Paolo Uccello. Grazie all’eccezionale prestito del Museo del Louvre, la Pala e la Predella nella sua completezza torneranno a unirsi in una cornice di stile rinascimentale conferendo all’intero impianto l’aspetto originario voluto da Cosimo de’ Medici.
Altrettanto significativi per i risultati ottenuti in termini di nuova leggibilità sono i restauri della cosiddetta Pala di Annalena, dipinta da fra’ Filippo Lippi attorno al 1450 per il convento fiorentino di San Vincenzo Ferrer.;

Galleria Uffizi – Sito web

Dal 26 Aprile al 30 Maggio 2010

Contatti con la Galleria
Telefono: 055 2388651
Fax: 055 2388694
E-mail: [email protected]
Per prenotazioni rivolgersi a Firenze Musei, Tel: 055294883