Home Mostre ART COMING OUT: Costantin Migliorini

ART COMING OUT: Costantin Migliorini

688

ART COMING OUT: mostra di Constantin MiglioriniVicenza – Ultima tappa di ART COMING OUT percorso visuale di avvicinamento al Vicenza Pride di Metamorfosi Gallery. A concludere la rassegna l’esposizione di COSTANTIN MIGLIORINI. L’artista, tra pittura e grafica, ricerca la rappresentazione dell’individuo nella sua interezza; un coming out, sia del corpo sia dell’inconscio, che porta allo scoperto le differenze uniche di ciascuno.

ESISTO.
“Esisto è l’affermazione del nostro essere nel mondo. Gli individui però non sono solo corpo fisico, sono anche anima, pensiero, passioni, sensazioni, percezioni, aspirazioni, hanno coscienza del sé, tanto da poter dire che il corpo è un contenitore di misteri, il mondo interiore è un abisso inesplorato, tanto da perdersi come in un vuoto intangibile, un’abisso senza fondo. L’io di ognuno sta nell’essere e nell’apparire. Ciò che appare è il nostro aspetto fisico, la nostra prestanza fisica, la bellezza o la bruttezza, l’eleganza o la goffaggine, mente l’essenza si fa fatica a percepire se ci si sofferma solo all’osservazione apparente. Non intendo il carattere, ma tutto quel bagaglio di vissuto, di desideri, speranze, fobie, manie, gusti sessuali, insomma tutti quei sentire che si celano allo sguardo, ma che esistono perché compongono un’esistenza, formano l’essere come persona nella sua integrità. Per questo la pittura, e la grafica, cercano di far trasparire ciò che non è possibile toccare con mano, rendendo tangibile l’irrazionale che va ad occupare spazi e corpo sotto forma di esseri primordiali, proiezioni dell’inconscio, pulsioni figurate che interagiscono tra di loro e col soggetto che li ha prodotti senza una logica predefinita. Lo spazio vuoto, l’aria intorno al corpo, l’atmosfera, si animano, trasmutano sotto forma d’immagini, dando visibilità a ciò che di solito non si può vedere, ma che esiste in ognuno di noi. Questa emanazione del corpo fisico, è l’indicibile che ognuno si porta dentro, è la verità liberata dalle sovrastrutture, è qualcosa che avverrà in un futuro prossimo, un coming out pieno di sorprese che la vita regala nel bene e nel male, insomma un’interiore e un’esteriore in una continua e mutabile concatenazione, tra ragione e irrazionalità. Solo così si può affermare di esistere, ognuno nelle sue differenze uniche.”