Home Mostre Apriti sesamo! La magia delle fiabe

Apriti sesamo! La magia delle fiabe

737

Apriti sesamo! La magia delle fiabe Stabio (Svizzera) – “Apriti sesamo! La magia delle fiabe” è il titolo della mostra che si aprirà il prossimo 4 settembre 2016 al Museo della civiltà contadina del Mendrisiotto di Stabio e che, come dice il titolo stesso, è interamente dedicata all’affascinante tema delle fiabe. La data di inaugurazione è particolarmente significativa, perché coincide con i 35 anni di esistenza del museo.

L’esposizione intende mostrare come le fiabe abbiano ancora oggi, nell’era tecnologica in cui viviamo, la capacità di proporre simboli universali e modelli di comportamento che, pur nella libertà di scelta di ciascuno di noi, indicano che una via di salvezza è sempre possibile. Le tre sale del museo sono risultate perfette per suddividere il percorso in altrettante aree tematiche: la prima sala è stata infatti dedicata alle fiabe in generale, alle ipotesi sulla loro origine, agli esempi di fiabe di diverse epoche e aree del mondo, alle modalità di narrazione e alle figure dei narratori. Per la seconda sala abbiamo pensato di concentrarci sul Ticino e sul suo ricco patrimonio favolistico e di studi sulle fiabe. La terza sala, infine, è stata organizzata per far vivere ai visitatori una sorta di itinerario simbolico all’interno delle diverse fasi di una fiaba di magia: dalla partenza dell’eroe, agli incontri con esseri fantastici, alla lotta con il suo antagonista, all’immancabile lieto fine.

Per accompagnare la visita alla scoperta dell’affascinante mondo delle fiabe, si è scelto di utilizzare in gran parte i materiali del museo, non solo per valorizzare l’abbondante quantità di mobilio, attrezzi agricoli, abiti e manufatti che il museo custodisce, ma anche per mettere volutamente in evidenza il nesso, nelle fiabe, fra gli oggetti della vita quotidiana e quelli della dimensione magica. Nei racconti di magia compaiono, infatti, tavolini che si apparecchiano da soli, sacchi da cui escono monete d’oro, tappeti che volano, cavalli parlanti, bastoni che castigano rispondendo a un comando, stivali in grado di trasportare in terre lontane. Ad arricchire l’esposizione, c’è una parte multimediale, che aggiunge un tocco di modernità.

La mostra è nata da un’idea di Marta Solinas, curatrice del Museo, la quale ne ha affidato la realizzazione a Veronica Trevisan, giornalista e studiosa di fiabe, in collaborazione con la fotografa Monica Rusconi, che ha curato la parte fotografica e multimediale. L’esposizione è arricchita dai bellissimi costumi di Valentina Nerone, le illustrazioni di Laura Mengani e l’arte pasticcera di Sacha Fischbach.

La mostra resterà aperta fino al 17 dicembre 2017 e prevede, per l’intero periodo di svolgimento, l’organizzazione di eventi a tema.

sito: www.stabio.ch