Home Artisti I LOVE ITALY – Bologna presenta Michela Goretti

I LOVE ITALY – Bologna presenta Michela Goretti

77

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 30 novembre 2019 presso la Galleria Farini nella splendida location di Palazzo Fantuzzi a Bologna, siamo lieti di presentare Michela Goretti che in tale occasione presenterà un’opera fotografica

Michela, bentornata in questo importante progetto dedicato ai talenti italiani .. Sei nel team I Love Italy sin dagli albori.. Facendo un piccolo bilancio, cosa ti ha dato questo progetto e quanto pensi di essere cresciuta nel corso delle tappe nella tua ricerca artistica?

I Love Italy è stato sicuramente un progetto che fin da subito mi è sembrato interessante perché inedito nell’ambito della divulgazione dell’arte contemporanea. L’aver partecipato a molte delle tappe di I Love Italy mi ha reso fiera di aver potuto esporre insieme ad artisti emergenti di grande talento e con discipline artistiche diverse dalla mia, dalle quali ho attinto sicuramente spunti interessanti anche per la mia fotografia.
Si sa che le arti si contaminano a vicenda e proprio per questo spesso nascono opere di incredibile bellezza. 

Cosa rappresenta oggi la fotografa per te?

La fotografia è la mia visione del mondo sia sociale e culturale sia interiore ed introspettiva.

Nelle diverse tappe hai presentato opere che hanno colpito il pubblico per la grande capacità tecnica ma soprattutto per la tua straordinaria abilità nell’ indagare l’animo umano attraverso il mezzo fotografico… in questa tappa presenterai un’opera diversa non più un autoritratto ma un genere completamente diverso che sembra in qualche modo richiamare l’arte del disegno e in particolare la tecnica del carboncino.. ti va di raccontarci come è nato questo scatto?

Sin da piccola amo la pittura, soprattutto quella a carboncino che credo sia la tecnica più antica conosciuta. Rimanda di per se all’essenza di ciò che rappresenta essendo priva di colori che in qualche modo spesso portano a distrazioni.
La mia fotografia assomiglia alla pittura a carboncino, essendo in bianco e nero e molto minimale nelle rappresentazioni.
Anche la tecnica di stampa richiama questo tipo di pittura perché uso carta cotone opaca con texture dalla forte somiglianza alla carta da disegno. Il mio nuovo progetto “ Yin e Yang quando il paesaggio è uno stato d’animo” di cui ne presento un’opera nella tappa di Bologna, ha ancor di più affinato la somiglianza tanto da potersi in un primo approccio mimetizzare con un dipinto a carboncino. 
Il mio sogno è proprio quello di creare questo meraviglioso connubio tra pittura e fotografia.

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Nel mio piccolo continuerò con la mia arte attraverso una ricerca e uno studio sempre più capillare e soprattutto la porterò avanti con onestà verso me stessa e verso il pubblico.
È l’onestà che spesso incontra le avversità ma è sempre l’onestà che alla fine sopravvive. 

Sogni o prossimi progetti per il tuo futuro artistico?

I miei progetti per il futuro sono sempre quelli di continuare a far fruire la mia arte che indaga l’ essenza della vita in tutte le sue forme e di condividerla con gli altri . 

Appuntamento dunque a sabato 30 novembre ore 18 presso la Galleria Farini!