Home Artisti I Love Italy – BOLOGNA presenta l’artista Flora Trojer

I Love Italy – BOLOGNA presenta l’artista Flora Trojer

138

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 30 novembre 2019 presso la Galleria Farini nella splendida location di Palazzo Fantuzzi a Bologna, siamo lieti di presentare Flora Trojer che in tale occasione presenterà due opere

Flora, bentornata in questo importante progetto dedicato ai talenti italiani .. Sei nel team I Love Italy dalla tappa parigina in cui la tua opera ha ricevuto grande apprezzamento da parte del pubblico… Facendo un piccolo bilancio cosa ti ha dato il progetto I Love Italy e cosa ti ha spinto a partecipare anche a questa tappa?

Innanzitutto voglio dire che mi sento orgogliosa di essere nel team di I Love Italy, perche’ lo ritengo molto valido. Indubbia e la competenza , la disponibilita’, l’instancabilita’ della sua organizzatrice, nonche’ Curatrice Francesca Callipari che sa radunare e valorizzare con maestria, un folto gruppo di artisti davvero eterogenei, indirizzandoli e collocandoli con ottimi risultati, nel mondo dell’arte , sia italiano che estero.Ho apprezzato la sua pazienza e capacita’ di mettere in evidenza e dare ottime opportunita’ ad ogni artista da lei seguito. Dopo la mia partecipazione all’esposizione di Parigi con I Love Italy, sono stata contattata da innumerevoli gallerie d’arte italiane ed estere. 

Cosa provi nella creazione delle tue opere?

Ho iniziato da piccola con mio nonno che mi insegnava a disegnare, per questo il disegno e’ la base delle mie opere. Solo piu’ tardi mi sono avvicinata alla pittura, adoro l’odore dell’olio di lino; amo l’arte in tutte le sue forme ,  ma la pittura mi consente di entrare in contatto con il mio Se’ piu’ profondo, uno spazio magico e sacro dove cerco di capire chi sono, cosa mi caratterizza, cosa voglio esprimere; e’ una ricerca continua che non ha mai fine.

Ti dedichi con grande passione al genere del ritratto, dimostrando una notevole abilità tecnica unita ad una profonda capacità d’introspezione psicologica dei personaggi che raffiguri. A Bologna presenterai due ritratti, spiegaci meglio cosa vuoi trasmettere attraverso la tua arte e parlaci di queste opere

Il ritratto e’ per me  un mezzo per arrivare a capire l’umanita’ intorno a me ed anche quella lontana, di mondi che non ho ancora visitato. Cerco, nelle mie opere , di scavare nell’anima del soggetto, di capire cosa vuole e puo’ esprimere. Ho una mia tecnica che mi porta a ritornare piu’ volte su un particolare, di dargli , maggiore plasticita’, di approfondire la ricerca, fino a che , il soggetto qusi esca fuori dalla tela e mi parli, si esprima! Spero che questo mio agire venga percepito dal visitatore. 

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Credo che il messaggio di I Love Italy sia importante e coincida con il mio pensiero: la creativita’ e’ un modo di far esprimere l’anima e creare un legame tra chi crea e chi usufruisce del prodotto artistico; non per niente chi compra le mie opere e’ qualcuno che sta conducendo una ricerca animica. Ritengo che al giorno d’oggi si corra troppo, dimenticandosi di dare spazio ai bisogni dell’Anima!

Sogni o prossimi progetti per il tuo futuro artistico?

Il mio sogno e’ di avere sempre piu’ tempo da dedicare all’arte , perche’ e’ il mio modo di fermare il tempo. Poi vorrei sperimentare altre tecniche . Tra tante proposte , vedremo dove mi portera’il mio percorso.