Home Artisti I LOVE ITALY – Bologna presenta l’artista Adina Ungureanu

I LOVE ITALY – Bologna presenta l’artista Adina Ungureanu

147

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 30 novembre 2019 presso la Galleria Farini nella splendida location di Palazzo Fantuzzi a Bologna, siamo lieti di presentare Adina Ungureanu che in tale occasione presenterà una personale

ADINA, bentornata in questo importante progetto dedicato ai talenti italiani .. Ormai sei nel team I Love Italy sin dagli albori. Cosa ti ha dato questo progetto e quanto pensi di essere cresciuta soprattutto dal punto di vista tecnico e della ricerca artistica?

Ciao Francesca, ciao a tutti, sono felicissima di far parte ancor una volta del gruppo I Love Italy, progetto che mi ha dato l’opportunità di vivere emozioni e dar vita ai sogni, che mi hanno aiutata a crescere come artista e persona. I love Italy é in verità proprio il messaggio che voglio trasmettere al mondo. Crescere come artista è una sfida per me, sono una persona curiosa, perciò non mi fermo mai… voglio sempre sperimentare nuove tecniche nei miei quadri per poter conoscere bene i miei limiti e dove ho ancora da migliorare .

Cosa rappresenta oggi la pittura per te?

La pittura oggi ed in futuro sarà la forma migliore attraverso cui esprimere quello che sento; un ottimo strumento terapeutico per mettere in luce l’oscurità del mio passato, un modo dolce per parlare delle verità più difficili da ascoltare.

Nel corso delle diverse tappe hai avviato pian piano una tua ricerca artistica che dagli astratti iniziali ti ha condotto al figurativo e in particolare a ritratti femminili. Sei entrata cosi nell’universo psicologico delle donne, dando voce alle loro emozioni più profonde di gioia o dolore. Stavolta presenterai, come avvenuto in altre tappe una tua personale dal titolo “Mujer, luz y orbe”. Raccontaci qualcosa in più su questo progetto e su ciò che vorresti trasmettere?

“Mujer, luz y orbe” nasce dal mio fascino per il mondo feminile. L’essenza , l’universo, mente, anima, vivere nei più piccoli dettagli. Ogni quadro ha una sua idea, indistinta dalla mia visione del mondo della vita… è come se il mio dipinto fosse una finestra, in modo che tutti possano vedere attraverso essa ciò che vedono, ciò che sentono, ciò che percepiscono. Catturo ciò che ho provato in quel momento, ciò che significava per me in quel momento, ciò che ho vissuto, ma ogni quadro è uno spazio infinito di idee, modi di essere interpretati e apprezzati.

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

L’arte da sola non può cambiare il mondo, siamo noi, le persone che abbiamo la capacità di usare l’arte in tutte le sue espressioni per riflettere su di essa e costruire un mondo diverso che come la vita stessa cambia sempre… l’arte ci consente di creare anche l’opportunità di cambiamento , di proiettare il mio cambiamento e il mio mondo interiore… ecco perché voglio trasmettere ciò che sento, lo faccio dipingendo, non posso influenzare il mondo facendogli pensare quello che penso io, ma riesco a cambiarlo semplicemente se mostro all’esterno ciò che ho dentro di me… É solo così che posso influenzare il resto, perché se trovo anime che hanno gli stessi desideri che senti, puoi cambiare qualcosa o generare un cambiamento che ci permetta di conoscerci ed essere migliori e tutti insieme si può creare qualcosa di meraviglioso.

Sogni o prossimi progetti per il tuo futuro artistico?

 Il mio sogno è di occuparmi a tempo pieno delle mie passioni, tra le quali la più importante è dipingere (creare) e alla quale mi prometto di dedicare tutto il tempo possibile per poter vivere più vicina alle mie aspirazioni artistiche.
Un altro mio sogno è di essere gratificata da una critica attenta e leale, capace di leggere attraverso tutta la mia pittura, il mio sentimento, la mia ricerca nel colore e la mia crescita.

Appuntamento a Bologna sabato 30 novembre ore 18 presso la Galleria Farini!