Home Artisti I LOVE ITALY – A Parigi presso Le Carrousel du Louvre l’artista...

I LOVE ITALY – A Parigi presso Le Carrousel du Louvre l’artista Adina Ungureanu

171

I LOVE ITALY, progetto espositivo itinerante sbarca all’estero in una location di alto prestigio quale quella de Le Carrousel du Louvre all’interno della fiera d’arte contemporanea “Art Shopping”. Tra i protagonisti di questa tappa siamo lieti di presentare oggi l’artista Adina Ungureanu

Adina, bentornata in questo importante progetto dedicato ai talenti italiani che ti vede protagonista sin dalle prime tappe.  Come ti senti nell’affrontare questa nuova avventura e cosa significa per te esporre in questa fiera all’interno dell’edificio che ospita il più importante museo al mondo?

Ciao, ti confesso che ancora mi sembra irreale esserci qui, non dimentichiamo che io sono semplicemente una ragazza che viene da un piccolo paesino della Romania… la presenza delle mie opere in questa fiera ha qualcosa di magico per me, mi sento di nuovo la bambina di una volta per la quale l’impossibile non esisteva. Cosa fai quando un sogno diventa realtà? Balli di felicità, piangi di gioia, tremi dalla testa ai piedi, preghi che non sia solo tua immaginazione. E’ un’emozione mai sentita, mi fa sentire viva, ed è davvero un grande onore. Grazie a te, Francesca e alle anime che hanno lavorato e fatto crescere questo progetto. 

Raccontaci quando hai scoperto la tua passione e cosa rappresenta per te la pittura?
E sempre stata con me, dentro di me, sin da piccola. Credo che nasciamo tutti con dei doni, qualità che ci fanno speciali. Un dono va curato, nutrito, arricchito e lasciato esprimersi liberatamente… io il mio lo avevo nascosto, dimenticato perché non credevo fosse utile nel mondo che vivevo. Per fortuna una volta che ricevi un dono, lo ricevi per tutta la vita… basta cercarlo.

Ho ritrovato la mia passione, la pittura, mentre scoprivo chi, cosa, sono io in realtà e dopo tanto lavoro di autocoscienza. Non sono mai stata una persona di molte parole o fisicamente espressiva,  perciò per me la pittura rappresenta una forma di comunicazione, espressione della mia essenza. Può essere un ponte tra civilizzazione, etnie, una forma più dolce di dire certe verità.  A volte un’immagine vale diecimila parole.

Parlaci delle opere che esporrai in tale occasione…..qualle messaggio vorresti trasmettere attraverso di esse?

Letting go

“Letting go” e l’immagine di un rituale che a me ha aiutato moltissimo nel mio percorso di sviluppo personale (rivivere traumi del passato, soffrimento emotivo e smantellare concezioni arcaiche, limitative).
La donna piegata, che non fa vedere la sua faccia rappresenta tutti noi che formiamo la popolazione della Terra e che viviamo presi nelle catene delle false verità e nella paura di farci vedere come siamo realmente.

Fatevi delle domande, siate curiosi, soltanto così un giorno potrete capire voi stessi, diventare sensibili verso il prossimo e finalmente agire.
Mi ricordo ancora il dolore… quanto difficile è stato scrivere per la prima volta su un foglio di carta affermazioni come: “non sei abbastanza, la donna sarà sempre inferiore all’ uomo, sei una donna facile se vesti pantaloni corti e ti metti il trucco, il tuo unico ruolo come donna è sposarti e procreare…..etc.”  Non andava niente bene, ero un essere furioso sempre più rivoltato fin quando ho scoperto che non era la mia verità, non era altro che un modello che apparteneva alla mia nonna, alla Chiesa e alla società nelle quali ero cresciuta ed educata. L’ombra che sta accanto alla donna, in questo dipinto è la propria coscienza, la bussola che ti guida nelle scelte.
Scrivo le mie paure, dolori e poi in un modo simbolico lascio che sia bruciato e libero tutto ciò che non risuona con la mia essenza.

Nel mio mondo

“Nel mio mondo” , opera che parla della forza interiore che troviamo in ciascuno di noi. Ho un legame speciale con quest’opera perché mi avvolge un forte sentimento di pace e serenità  tutte le volte che la guardo. Faccia a faccia ci sono il mondo e la persona, in tutte due c’è del buono c’è del male, bello e brutto, c’è luce e c’è l’oscurità, l’importante è sapere guardare e vedere cosa giace dentro, poi accettare e amare tutte le parti. Il potere è nelle nostre mani, siamo co-creatori e responsabili della nostra esistenza. 
Quando vuoi trasformare e cambiare il mondo comincia da te stesso.

Sogni e progetti per il futuro artistico?

Si sogno di crescere ancora , di far vedere la mia arte ovunque, accesibile a tutti. Sono sulla strada giusta, quando l’occasione arriverà sarò pronta per accoglierla. 

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a seguire questa artista sulla sua pagina facebook:

Ungureanu Adina