Home Artisti I LOVE ITALY – ROMA presenta l’artista Adina Ungureanu, tra i protagonisti...

I LOVE ITALY – ROMA presenta l’artista Adina Ungureanu, tra i protagonisti presso Spazio40, nel cuore di Trastevere, della collettiva che promuove i talenti italiani!

211

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata presso la galleria Spazio40 sabato 28 aprile, siamo lieti di conoscere Adina Ungureanu che in tale esposizione presenterà un’opera su tela dal titolo Flow. 

Adina Ungureanu

Adina, benvenuta.. Consenti ai nostri lettori di conoscerti meglio… Com’è iniziata la tua passione per l’arte e cosa rappresenta per te oggi?

Non è mai stata solo una passione; ne prima ne oggi. Avrei voluto poter dire il contrario per poi non sentirmi fuori dal gruppo o ingrata verso il mondo dell’arte che mi ha accolta con le braccia aperte. Da piccola ho sentito piacere, curiosità,  attrazione per il  disegnare, dipingere o semplicemente nel vedere cosa nasceva dalle mie mani. Era facile, un gioco e un sogno che crescendo ho lasciato andare. L’ho chiuso in una scatola e dimenticato completamente per anni. Non credevo di essere un talento nato e non ho potuto nemmeno studiare, pertanto pensai di lasciarlo da parte e “crescere” perché  pensavo “con i sogni non si mangia”; senza sapere che la pittura nutre anche l’anima.

Adina Ungureanu – Flow

Immaginate il mio stupore scoprendo, 15 anni, dopo che io morivo dentro, piano, piano e soffrivo intensamente come un animale in gabbia, cosa che mi ha spinta a cercare aiuto; aiuto che ha riportato sulla mia strada l’arte e l’amore per la pittura. Ci siamo incontrate di nuovo, l’arte ed io, e oggi rappresenta per me uno strumento che mi consente di far uscire allo scoperto tutto quello che è Adina. Liberare, conoscere, accettare e amare tutte le sfumature della mia anima.

Cosa senti al momento della creazione dell’opera? Sai già esattamente quello che vuoi realizzare o lasci che la mano faccia da sé, in una libera estrinsecazione della tua fantasia?

La creazione di un’opera per me è un intero processo. Il sentimento che prevale e quello di liberazione. Da quando ho cominciato una terapia su me stessa è scattata in me la voglia di dar un volto ai miei sentimenti buoni e cattivi. Subito dopo una seduta di terapia mi metto davanti ad una tela e spesso lascio libero sfogo alla mia fantasia per riprodurre quello che ho vissuto. Non uso una tecnica ben precisa , mi piace sopratutto giocare con i colori.

In questa mostra esporrai “Flow”, un’opera che presenta elementi dell’arte informale reinterpretati a mio avviso in uno stile più pop-art. Raccontaci com’è nata quest’opera e quali sensazioni ti piacerebbe lasciare nel cuore e nella mente delle persone che la vedranno in esposizione:

L’opera “ Flow” e la mia prima creazione, nata subito dopo una seduta di terapia.. è qui che ho sentito per la prima volta i punti energetici del mio corpo. Il quadro rappresenta i chakra, un processo di guarigione che porta a trovare un equilibrio e una sintonia tra di loro. Il messaggio che voglio trasmettere ai visitatori è questo: svegliatevi e vivete conscientemente senza paura e con il cuore aperto.  

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Sono molto felice di poter partecipare all’esposizione “ I love Italy“ , un vero privilegio per me e voglio ringraziare voi e questo paese meraviglioso per avermi accolta e per avermi dato la possibilità di vivere una nuova esperienza. Il motivo per il quale sono qui è per condividere la mia storia, espormi davanti a tutti senza le maschere che indosso ogni giorno. Magari sarò un esempio per chi desidera esprimersi e non ha il coraggio di farsi vedere. La paura è un sentimento che paralizza, cominciamo a percepirla come un’amica ma è necessaria per la nostra evoluzione umana. Siamo tutti creatori del mondo in cui viviamo ed è arrivata l’ora di accettare e abbracciare questa responsabilità. L’universo dell’arte ci sarà sempre presente per ricordarcelo…….siete pronti per la sfida?

Sogni nel cassetto? Quali saranno i prossimi obiettivi ?

Sogno di esporre le mie opere anche fuori dall’Italia: in Romania, il mio paese di origine e in Portogallo, il paese che mi ha ospitata per tanti anni.

Grazie Adina per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa interessante artista presso la Galleria Spazio40 a Roma.