Home Mostre Il Filo Verde – collettiva d’arte contemporanea

Il Filo Verde – collettiva d’arte contemporanea

91

IL FILO VERDE” - MOSTRA D’ARTE CONTEMPORANEA Montorso Vicentino – Miti & Mete, associazione culturale di Arzignano, dal 6 al 15 ottobre prossimi, presenta nella splendida cornice di Villa Da Porto a Montorso Vicentino la mostra d’arte contemporanea “IL FILO VERDE”. La mostra dedicata alle installazioni è alla sua quarta edizione ed è patrocinata dall’Istituto Regionale Ville Venete e dal Comune di Montorso Vic.no.

Sono state raccolte e valutate numerose proposte artistiche e dodici sono gli artisti selezionati: PAOLO GUGLIELMO GIORIO e MONICA KIRCHMAYR da Trieste; PAOLA VOLPATO da Venezia; DANIA ZANOTTO da Brescia accompagnata dal compositore STEFANO BORDOGNI; PINO PIN da Piazzola sul Brenta; i vicentini CLAUDIO BRUNELLO, ROSSELLA PAVAN, ROBERTO FONTANELLA, MARCO ZANROSSO, DOMENICO SCOLARO ed ELISABETTA ROAN.
Gli artisti hanno elaborato a partire dalla propria “GREEN AUTOBIOGRAPHY” delle opere tese a recuperare il contatto intimo e personale con la natura, l’importanza del dialogare con esseri privi di voce e contesti verso i quali ci mostriamo oggi spesso indifferenti: una zolla di terra, un ruscello d’acqua, un passero … racconti, simboli e miti assolutamente attuali.

La domanda di fondo che ha portato alla scelta del titolo della mostra è: “Quanto c’è di verde nella nostra vita?”

La parola “VERDE” rievoca il linguaggio universale del “GREEN” e tutti i suoi simboli planetari. L’impegno richiesto agli artisti e al pubblico che fruirà della mostra è infatti quello di guardare le sorti del pianeta da “dentro”, mettendo al centro la coscienza, la consapevolezza e la riflessione contrarie all’incoscienza, alla mancanza di lungimiranza e all’uso smodato delle risorse tipico della frenesia odierna.
“GREEN” è il colore della fiducia, della speranza, della ricerca e dell’attesa di un futuro migliore, “GREEN” è un atteggiamento ambientalista innanzitutto mentale che va recuperato dal passato, da un vissuto reale, incontrato e scoperto in prima persona nell’infanzia. Solo in questo modo diverrà prima ancora che un atto di intelligenza, un atto di emozione, perché la natura è senz’altro un racconto interiore.

L’evento promosso e coordinato dall’Associazione culturale Miti & Mete, è curato artisticamente da Domenico Scolaro ed Elisa Spanevello,

L’inaugurazione della mostra è venerdì 6 ottobre alle 19.00
L’ingresso è libero
La mostra rimarrà allestita fino al 15 ottobre con i seguenti orari: Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 21.00, mentre Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle 20.00 alle 22.00.
Per ogni informazione scrivere a [email protected]
o chiamare il 346.5830707 (Domenico Scolaro)
Facebook: http://www.facebook.com/mitimeteassociazioneculturale/