Home Artisti Touch – Arte tra realtà ed illusione: a Milano Antonietta Meneghini e...

Touch – Arte tra realtà ed illusione: a Milano Antonietta Meneghini e l’arte come rinascita…

201
Invito mostra con l’opera “Rinascita” di Antonietta Meneghini

Nell’ambito della collettiva Touch – Arte tra realtà ed illusione, dal 22 al 30 settembre presso la 809 Art Gallery di Milano, siamo lieti di conoscere la pittrice Antonietta Meneghini che in tale mostra esporrà due opere olio su tela.

Antonietta Meneghini – Il suo sguardo

Antonietta, innanzitutto benvenuta in questo spazio. E’ un vero onore per noi averti in questa esposizione. Raccontaci qualcosa di te… quando è nata la tua passione artistica? Cosa ti ha fatto innamorare della pittura? Ho sempre amato il disegno, i colori, sin da piccola, ma la vita mi ha portato a fare altre cose, lo sport per esempio. Per molti anni ho giocato a basket in serie A, poi il lavoro, poi la famiglia, sempre accantonando la passione per la pittura. Un bel giorno,….. o brutto , ho perso il lavoro, il lavoro sul quale avevo investito molto mi ha tradita e la pittura ……..mi ha salvata. Ho iniziato a dipingere e non ho più smesso. Si è aperto un altro mondo, un mondo meraviglioso, fantastico, tutto da scoprire, un mondo nel quale potevo esprimere finalmente quello che avevo dentro senza alcun condizionamento, finalmente LIBERA.

Al momento di dare espressione alla tua arte, qual è il tuo atteggiamento? Parti già da un’idea ben precisa o lasci che la mano agisca da sé, in maniera del tutto istintiva?
Ogni giorno mille volti ci sfilano davanti, li incontriamo per strada, nei negozi , in autobus. Qualcuno lascia una traccia che si imprime nella mia memoria. Ogni volto porta con se un vissuto fatto di paure, sofferenze,bellezza, gioia e quando un volto si rivela e mi conquista, ecco che nasce la voglia di portare sulla tela quell’emozione che quel volto, in quel momento, mi ha trasmesso e li nasce la mia sfida continua con la tela bianca. Comunque quando inizio a dipingere , dentro di me, il quadro è già ben delineato e preciso.

In questa esposizione presenterai ben due opere: “Rinascita” , che è stata scelta anche come immagine dell’evento, e “Il suo sguardo”, due ritratti in cui l’introspezione psicologica dei personaggi rappresentati va ad un unirsi ad un’aura di mistero che riesci a creare magistralmente grazie al colore o a determinati elementi (quali ad esempio la farfalla in “Rinascita”). Parlaci di queste opere.. raccontaci come sono nate e cosa ti piacerebbe trasmettessero all’osservatore:
“Rinascita” è una delle opere che più amo, è un pò autobiografica: la Farfalla , segno di rinascita, di trasformazione. ll mio rinascere con la pittura dopo un periodo particolarmente difficile, quasi doloroso, è un messaggio di speranza, impegno, tenacia, da una esperienza anche penosa, desolante, si DEVE USCIRE E SI ESCE più forti, sicuramente migliori.

“Il suo sguardo” è nato dopo una serata passata a chiaccherare con mio figlio ed alcuni suoi amici. Si discuteva dei giovani d’oggi e, con mia sorpresa , ma anche con tanta gioia, ho scoperto che quei ragazzi riuscivano a vedere oltre i luoghi comuni, oltre i condizionamenti, le suggestioni creati dalla nostra società. Ed ecco allora quello sguardo penetrante che si fa strada fra quelle barriere , rendendole trasparenti, di poco valore, uno sguardo che va oltre.
Anche qui il mio messaggio vuole essere positivo, i nostri ragazzi non sono come ce li descrivono, ascoltiamoli, ci stupiranno, dobbiamo avere fiducia.

Sei un’artista che ha già fatto numerose esperienze: esposizioni nelle maggiori città italiane e anche all’estero, nonché finalista in svariati concorsi nazionali ed internazionali. Cosa ti aspetti da questa collettiva e quali sono le tue emozioni a riguardo?
In ogni mostra quello che desidero è catturare l’attenzione di chi guarda, desidero che per un momento si fermino a riflettere, che osservino, che ascoltino le mie opere perché , se si ascoltano, hanno molto da raccontare.

Altre manifestazioni artistiche in programma? Dove potremo ancora godere della tua arte?
Proprio ad agosto sono stata selezionata per il premio GIAN FRANCO LUPO “Un sorriso alla vita” con l’opera “Il gioco”, sarà in mostra dal 22 al 28 settembre a MATERA, EX OSPEDALE SAN ROCCO PIAZZA SAN GIOVANNI
E sempre ad agosto l’opera “Rinascita” è stato scelta come copertina per il libro “Tenuta in braccio dalla luce” di Barbara Fratoni edito da Futura libri Versiglione. Il libro verrà presentato in varie città d’Italia
Non sono nuova a questa esperienza, già il quadro “Il gioco” ha fatto da copertina al libro “La terra Insonne” di Francesco Arleo.
Credo molto nella sinergia fra le varie arti, possiamo fare gruppo e dare vita a nuove esperienze e sicuramente arricchire il nostro essere.

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa interessante artista presso la 809 Art Gallery (Via Bergamo 1 Milano) dal 22 al 30 settembre.. Vi Aspettiamo!!