Home Artisti Touch- Arte tra realtà ed illusione: l’artista Simone Galimberti e l’arte come...

Touch- Arte tra realtà ed illusione: l’artista Simone Galimberti e l’arte come luce dell’anima…

128

Nell’ambito della collettiva Touch – Arte tra realtà ed illusione che si terrà presso la 809 Art Gallery di Milano dal 22 al 30 settembre siamo lieti di conoscere Simone Galimberti che in tale esposizione presenterà due opere su tela..

Simone Galimberti – Dolce abbraccio

Benvenuto in questo spazio Simone..Ti va di raccontarci qualcosa in più su di te, a partire dal momento in cui hai scoperto la tua passione per l’arte?

Durante gli anni del liceo ho pensato che mi sarebbe piaciuto dedicarmi alla carriera artistica. Disegnando fin da piccolo , sopratutto fumetti, è stato in quel periodo che ho capito che disegnare e dipingere sarrebbe stata sempre una costante nella mia vita. Tuttavia ho preferito proseguire con studi più teorici all’università, seguendo storia dell’arte. Ma intanto ho iniziato a esporre i miei primi lavori e ad approfondire la tecnica da autodidatta e frequentando pittori figurativi molto bravi che mi hanno mostrato un po’ di cose.

Nelle tue opere vi è un chiaro riferimento all’arte del Seicento e in particolare ai contrasti chiaroscurali tipici del Caravaggio. Al di là della tua abilità tecnica evidente cosa vorresti lasciare nell’animo di chi osserva le tue creazioni?

Lo stesso piacere e la stessa attrazione che provo io nel vedere le immagini che mi ispirano. Quando vedo qualcosa che mi piace, un viso, una composizione , una foto provo l’irresistibile desiderio di farla mia rappresentandola. Ecco, mi piacerebbe che lo spettatore guardando i miei lavori provasse un’attrazione simile.

Dal 1997 al oggi di strada nei fatta, esponendo in diverse gallerie e partecipando a numerosi eventi. In tal senso come vedi il mondo dell’arte di oggi e quali consigli ti sentiresti di dare a chi come te ha talento e voglia di emergere in questo settore?

L’unica cosa che ho capito è che non c’è un mondo dell’arte, ma tanti quanti sono gli artisti, gli spazi espositivi e i mercanti. Ognuno deve cercare di costruirsi il suo, andando a cercare il pubblico adatto a quello che fa, trovando anche il modo migliore per pubblicizzarlo e diffonderlo. Sicuramente oggi serve che l’artista sia anche gallerista e mercante di se stesso (cosa che è sempre stata in un certo senso, ma oggi è più evidente e deve essere fatta in maniera più consapevole).

Essendo milanese in questa collettiva potremmo dire che “giochi in casa” … Parlaci delle opere che presenterai in questa occasione e delle sensazioni che generalmente provi durante un’esposizione..

Ho scelto due opere recenti, che rappresentano le due anime della mia pittura: una “ still life”, l’ anima più aderente alla realtà e una “ figura” quella che mischia il vero con il sogno, in un’atmosfera più onirica. Non sono due espressioni in contraddizone, ma dall’una nasce l’altra. Mi piace indagare e soffermarmi sul puro piacere di rappresentare il mondo esterno esattamente come quello “ interno”. E comunque il punto di partenza è sempre lo stesso, dato che uso sempre modelli reali per impostare il quadro. Nelle nature morte amo mostrare l’interno di un frutto, quanto sia diverso rispetto all’apparenza esterna; mentre nella figura, in questo caso una ragazza che tiene in mano un portacandela decorato con teschi, cerco di lasciare più possibilità interpretative allo spettatore, in modo che l’opera mantenga una certa “spiritualità” che la rende viva e comunicativa.

Simone Galimberti – The prophecy

Progetti per il futuro? Diamo qualche indicazione ai lettori che vorranno ammirare nuovamente le tue opere dopo questa collettiva..

Ne ho mille, sia dal vivo, espositivi intendo, sia online. Vedremo quelli che si realizzeranno!

Intanto ho un progetto parallelo chiamato “ il ritratto astrologico” (www.ilritrattoastrologico.it ) dove con un collaboratore esperto di astrologia realizzo ritratti su commissione molto particolari, con un richiamo a certa ritrattistica Rinascimentale. Saranno presentati a ottobre in viale Montenero a Milano in una serata sull’astrologia presso la libreria Trovalibri. Sul canale youtube pubblico work in progress dei lavori e ci sono in cantiere alcuni video sul mio modo di lavorare. Per chi volesse provare l’ebrezza di diventare mecenate artistico anche con pochi euro, proprio da questo mese, può seguirmi su Patreon (www.patreon.com/simonegalimberti). Sarò presente alla fiera Arteparma (30 settembre – 1 ottobre) con la galleria Immagini Spazioarte di Cremona, dove sono in permanenza e in collettiva verso novembre/dicembre.  E per ora mi fermo qui!.

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questo interessante artista presso la 809 Art Gallery dal 22 al 30 settembre e non dimenticate di seguirlo anche sul suo sito http://simonfinxit.wixsite.com/simonegalimberti e sulla pagina facebook: 

Simone Galimberti Finxit