Home Eventi I LOVE ITALY: a Milano presso la galleria Spazioporpora l’artista Maria Rita...

I LOVE ITALY: a Milano presso la galleria Spazioporpora l’artista Maria Rita Bordonaro

165

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che si terrà presso la Galleria Spazioporpora di Milano dal 7 al 13 novembre 2017, siamo lieti di conoscere Maria Rita Bordonaro che in tale esposizione presenterà un’opera su tela..

Maria Rita, innanzitutto benvenuta.. Raccontaci qualcosa in più su di te… quando hai scoperto la tua passione per la pittura e qual ‘è stato il tuo percorso?
Che dire, sono una persona semplice, felicemente sposata e mamma di due splendide ragazze. Coltivo la passione per l’arte sin da quando ero bambina; bastava io trovassi in giro un pezzo di carta e dei colori per far uscire l’artista che già era in me. Purtroppo non ho potuto approfondire questa mia passione e portare avanti gli studi, ma ciò non mi ha fermato nell’inseguire il mio sogno. Nonostante i numerosi impegni di moglie e mamma, ho continuato a studiare da autodidatta, imparando soprattutto dai miei stessi errori ed esperienze. Essere qui, oggi, è il segno che con la determinazione si può superare ogni tipo di ostacolo…

Come vivi il momento in cui ti accingi a creare una nuova opera? Riesci a descrivere le tue emozioni e sensazioni?
Iniziare una nuova opera suscita in me sempre un’emozione indescrivibile: la scelta dei pennelli, dei colori, il poter dare libero sfogo alla mia immaginazione, creatività ed emotività… estraniarmi da tutto quello che mi circonda per restare sola col mio quadro. Da mamma, la paragonerei alla sensazione che si prova quando si è in attesa di un figlio. Quando mi trovo davanti alla tela bianca, comincio a fantasticare su come sarà il suo aspetto finale, se si avvicinerà all’idea originaria che avevo in testa o se sarà diverso e, soprattutto, non vedo l’ora che il tempo che impiegherò per la sua realizzazione passi in fretta così da poterlo mostrare orgogliosa.

Hai esposto già in alcune collettive ma si può dire che questa sia la tua prima mostra importante e per di più in una città come Milano, da sempre centro propulsore dell’arte… Come ti senti nell’intraprendere una tale esperienza e cosa ti aspetti da questa collettiva?
Sono al settimo cielo! È vero, ho già avuto modo di esporre alcune mie opere in altre collettive, sicuramente meno prestigiose o di minor richiamo, ma che mi hanno ugualmente permesso di far conoscere la mia arte e di ricevere apprezzamenti e gratificazioni. A questo proposito, colgo l’occasione per ringraziare tutte quelle persone che hanno permesso ciò. Milano… Milano è un sogno ad occhi aperti. È una di quelle occasioni più uniche che rare. Sin da piccola ho sempre sognato di poter esporre le mie opere in una grande città, dove l’arte ed i suoi intenditori sono sicuramente in numero maggiore rispetto ad una realtà di paese. Sono molto emozionata ed ansiosa ma, allo stesso tempo, determinata e felice per questa splendida esperienza. Quello che mi auguro da questa collettiva è che i miei quadri, pur non essendo realizzati da una professionista ma da una semplice ragazza amante dei colori e dell’arte, vengano apprezzati per quelli che sono, con i loro pregi e difetti e che, soprattutto, io possa trasmettere in chi li osserva, le stesse emozioni che ho provato nel crearli.

 

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività degli italiani, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità.. Qual è il tuo pensiero a riguardo e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?
Purtroppo viviamo un periodo storico non facile, caratterizzato da molteplici problemi: da quelli economici e sociali a quelli politici e internazionali. Non passa giorno in cui sui giornali o in tv non ci siano notizie orribili. Fortunatamente qualcuno ci ricorda ancora qual’è la nostra identità e il nostro orgoglio di Italiani, nonostante molti li calpestino con disprezzo.

Come si diceva un tempo “siamo un popolo di poeti, di artisti e di eroi”. L’arte è nel nostro Dna. Sin dagli albori, fare arte era un modo per estraniarsi dal mondo esterno, manifestando emozioni, bellezza, ma anche critiche e denunce. Chi si appresta a creare un opera d’arte, che sia un quadro o una scultura, mette in essa il suo stato d’animo, le sue emozioni; chi si appresta invece ad osservare le opere in esposizione, cerca di godersi un vero e proprio momento di pace. Penso che sia proprio quello l’obiettivo: donare un momento di “pace” e benessere ma anche di riflessione su cui ripartire. Nel mio piccolo, come detto precedentemente , spero di poter instaurare questi spunti in chi osserva. 

Obiettivi per il tuo futuro artistico?
Gli obiettivi rimangono sempre gli stessi: migliorarmi ogni giorno di più, cercando di imparare dagli errori e dalle esperienze fatte; cercare di ritagliarmi sempre più spazio in collettive di maggior prestigio e, più in generale, continuare a divertirmi ed esprimere il mio essere attraverso le mie opere.

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa bravissima pittrice presso la Galleria Spazioporpora  a Milano il 7 novembre 2017 ore 18.30… Vi Aspettiamo!