Home Artisti I LOVE ITALY – Venezia presenta l’artista Giulia Lauren De Cesaris, tra...

I LOVE ITALY – Venezia presenta l’artista Giulia Lauren De Cesaris, tra i protagonisti presso il Centro d’arte San Vidal, in pieno centro a Venezia, della collettiva che promuove i talenti italiani!

59

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 21 luglio presso il Centro d’arte San Vidal, siamo lieti di presentare Giulia Lauren De Cesaris che in tale mostra esporrà “Say Something”.

Giulia, benvenuta in questo importante progetto dedicato agli artisti italiani.. Sei una delle artiste più giovani in questa collettiva.. come ti senti e cosa ti aspetti da questo evento? 

Sono veramente contenta di avere la possibilità di partecipare a questa iniziativa, ringrazio la dott.sa Francesca Callipari per avermi sempre dato la possibilità di poter esporre i miei lavori, che altrimenti non avrebbero avuto molti spettatori. Spero che il pubblico passi un bel momento osservando tutte le bellissime opere esposte e che questa collettiva mi arricchisca come artista.

Permetti ai nostri lettori di conoscerti meglio .. ti va di raccontarci quando e come ha avuto inizio la tua passione per l’arte e qual è stato il tuo percorso di formazione? 

Ho cominciato a dipingere e a giocare con i colori da quando ero piccola, ho sempre amato disegnare e pitturare, finché dopo le scuole medie ho deciso di iscrivermi al liceo artistico dove ho approfondito lo studio del disegno. Dopo la scuola ho intrapreso un percorso universitario ma ho continuato a dipingere, infatti ho frequentato vari corsi di pittura, con degli artisti o con delle scuole d’arte sia in Italia che all’estero, dove ho imparato molto. Ora porto avanti queste due strade, da un lato la pittura e dall’altro lo studio. 

Giulia Lauren – Say Something

In questo evento esporrai “Say something”… com’è nata quest’opera e quali sensazioni ti piacerebbe trasmettere attraverso di essa? 

Quest’opera è nata spontaneamente e improvvisamente senza averla programmata troppo a lungo, come spesso accade. La metà del viso di una donna è intrigante e misteriosa, non rivela tutto e lascia qualcosa di sospeso, in particolare nel quadro l’espressione della donna è di sorpresa, di un abbaglio, di qualcosa “non detto” o che sta per dire. Ognuno nell’espressione della donna può immaginare una storia dietro e quindi suscitare in ciascuno un’emozione diversa.. ad esempio mia madre ha pensato che la ragazza avesse visto la persona che attendeva andare via e lasciare una sedia vuota.  

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Credo fortemente che queste iniziative servano per poter avvicinare il maggior numero di persone all’arte, che spesso purtroppo è messa in secondo piano. Per me che ho studiato prima storia dell’arte e ora archeologia, valorizzare l’arte del nostro paese è fondamentale per dare una svolta al sistema, al modo di pensare, alla cultura del nostro paese che non valorizza abbastanza questo aspetto. Nel mio piccolo spero con più strumenti come la pittura e lo studio dell’arte di poter trasmettere qualcosa e quindi di poter incuriosire le persone ad avvicinarsi all’arte, e dunque incentivarli alla cura e alla tutela di tutto il patrimonio che abbiamo.  

Che cosa hai in mente per il futuro? Prossimi progetti?

In futuro mi piacerebbe migliorare ancora come artista e partecipare a più collettive. In particolare vorrei dopo la laurea, iscrivermi ad un corso di pittura tenuto dall’Accademia d’arte o in Italia o all’estero… vorrei approfondire le mie conoscenze per poter realizzare opere assiduamente. Mi piacerebbe esporre un giorno in qualche galleria d’arte, ma la cosa più importante per me è che il pubblico apprezzi le mie opere e che ne possano trarre emozioni e sensazioni. 

Grazie Giulia Lauren per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa artista davvero talentosa presso il Centro d’arte San Vidal a partire da sabato 21 luglio!