Home Artisti I LOVE ITALY – Venezia presenta l’artista Carla DeMichelis, tra i protagonisti...

I LOVE ITALY – Venezia presenta l’artista Carla DeMichelis, tra i protagonisti presso il Centro d’arte San Vidal, in pieno centro a Venezia, della collettiva che promuove i talenti italiani!  

173

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 21 luglio presso l’antica Chiesa di San Zaccaria, oggi Centro d’arte San Vidal, siamo lieti di presentare l’artista e giornalista Carla DeMichelis che in tale mostra esporrà un’opera fotografica intitolata “Raggio di musica e luce”.  

Carla, innanzitutto benvenuta in questo importante progetto dedicato agli artisti italiani.. Permetti ai nostri lettori di conoscerti meglio, quando e come è iniziato il tuo percorso artistico?

Percorsi artistici espressivi in confronto diretto tra emozioni, sentimento ed esperienze oggettive d’ispirazione che hanno per protagonisti la luce, testimonianze del passare del tempo, sfaccettature architettoniche custodite nel tempo. Iniziando con sculture fotografiche varate, costruite con riviste patinate di “Airone Mare” dedicate in onore degli 80 anni dell’Archeologo Thor Heyerdahl (suo il battello copia di quello egizio in papiro e balza per ripetere la traversata del Pacifico e mostrare che ben prima di Colombo gli uomini avevano solcato gli oceani).

Più modestamente le mie barche-scultura, già esposte/varate in molte occasioni, rappresentavano il mio desiderio di evasione, di libertà, voglia di vivere nella dimensione del sogno, in un mondo di fantasia, in acque non necessariamente quiete.

Come nascono i tuoi scatti? Scaturiscono da un progetto lungo o ti lasci trasportare dall’istinto e dalle situazioni in cui ti trovi?

Uso esprimermi ripensando la forma e la materia per rimuoverne l’uso oltre che l’effetto, ora attraverso la fotografia e la scultura fotografica che possono assumere altri riferimenti, altre potenziali virtualità.

Carla DeMIchelis – Raggio di musica e luce

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Creazioni fluttuanti romanticamente in spazi della mia vita, simboli di sogni, sentimenti e realtà.

In una società come quella attuale, caratterizzata dalla presenza di innumerevoli dispositivi in grado di catturare le immagini, come vedi il futuro della fotografia? Da fotografa pensi vi sia oggi una maggiore difficoltà, rispetto al passato, nell’emozionare ancora lo spettatore, stupirlo e sorprenderlo, creando qualcosa di originale?

Nuovi orizzonti si spalancano. Il mio nuovo si è spalancato in un’antica casa con giardino rimasto inalterato dal ‘700, fotografando particolari di cui interpreto luce e prospettive architettoniche; casa e giardino d’ispirazione dei miei ultimi scatti fotografici che ha ospitato il musicista e compositore Giovan Battista Viotti (c’era e c’è ancora … spazi inalterati nel tempo). 

Sogni nel cassetto? Prossimi progetti in cantiere ?

Continuo a realizzare fotografie di miei percorsi espressivi che hanno per protagonisti luce, cielo, sole, luna, corpo, diamanti, fiori, musica che affiancano itinerari culturali, letterari, cinematografici come “Il raggio verde” di Jules Verne ed Erich Rohmer, Philip Roth, ecc. (riferimenti e altre potenziali virtualità). 

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa artista davvero interessante presso il Centro d’arte San Vidal a partire da sabato 21 luglio!