Home Mostre I Love Italy -Firenze presenta il fotografo Marco Levi..

I Love Italy -Firenze presenta il fotografo Marco Levi..

160

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 29 Settembre siamo lieti di presentare Marco Levi, tra i protagonisti della collettiva che promuove i talenti italiani!

Marco, bentornato! Da fotografo ufficiale dell’evento stavolta esporrai anche due tuoi lavori a Firenze..Come ti senti nell’affrontare questa collettiva e cosa ti piacerebbe trasmettere attraverso questi scatti?

Per me e’ un vero onore partecipare a una collettiva insieme ad altri artisti d’indiscusso talento dove l’arte a livello visivo abbraccera’ le sue componenti piu’ belle in un mix emozionale tra luci e colori. Spaziando dalla pittura alla fotografia, ognuno dara’ espressione di se comunicando le proprie emozioni nel mezzo di comunicazione piu’ congeniale. Chi lo fara’ con un pennello e chi come il sottoscritto servendosi dello strumento fotografico. Considero l’arte come una trasposizione di emozioni.

Cosa rappresenta per te la fotografia? Come hai scoperto la tua passione?

Le mie fotografie sono la chiave di lettura di quello che sono e rispecchiano i miei stati emozionali. Considero la passione elemento fondamentale che puo’ fare veramente la differenza. Adoro la fotografia in tutte le sue forme, amo i giochi di luce i riflessi e soprattutto considero fondamentale la sperimentazione fotografica, fonte inesuaribile di idee. Una passione che arriva da lontano quando quando ero ragazzino: prendevo la macchina fotografica dei miei genitori e andavo a fotografare per le vie di Milano e una volta arrivato a casa con mio papa sviluppavamo e stampavamo le stesse in camera oscura…era meraviglioso veder affiorare da quelle bacinelle le immagini che ti avevano emozionato poche ore prima in fase di scatto.

Come vedi il mondo dell’arte oggi e cosa pensi si debba fare ancora per aiutare gli artisti ad emergere?

E’ innegabile che la crisi abbia avuto impatti negativi anche in campo artistico, e  dunque é auspicabile che le opere degli artisti in essere siano maggiormente condivise, anche eventualmente in manifestazioni collettive, che possano aggregare e richiamare il maggior numero di persone possibili. A mio avviso un ruolo assolutamente strategico e’ quello di poter utilizzare al meglio i vari canali social.

Sogni nel cassetto per il tuo futuro artistico?

Mi auguro di poter realizzare mostre anche oltre confine, ed essere considerato come una sorta di Ambasciatore. Vorrei dare lustro e valorizzare al massimo le bellezze del nostro paese. Spero anche che possa diventare una forma di auto sostentamento importante e fondamentale per me.

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Vi invitiamo a scoprire e conoscere questo talentuoso fotografo e a apprezzare da vicino i suoi scatti sabato 29 settembre presso l’Auditorium Al duomo di Firenze.