Home Arte vista da... Raffaella A. Caruso Sandro Del Pistoia: quando i sogni si possono toccare

Sandro Del Pistoia: quando i sogni si possono toccare

A Brescia da Colossi Arte Contemporanea sino al 28 giugno 2018

129
UniVerso

Si è appena inaugurata presso la galleria Colossi Arte Contemporanea la mostra personale UniVerso di Sandro Del Pistoia. Sculture che paiono espandersi e contrarsi, respirare il soffio del tutto e trattenere il fiato di ognuno. Come organismi viventi perché sono organismi viventi: la struttura modulare esagonale ricostruita con legno, caucciù, metallo uniti da lacci in pelle o giunti in plastica che si espande e contrae su vuoti che diventano volume simula quella del grafene, il materiale costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio con la resistenza meccanica del diamante e la flessibilità della plastica. Quasi per gioco nel 2010 i due ricercatori russi Andre Geim e Kostya Novoselov usando un normale nastro adesivo e un blocco di grafite isolarono il materiale più sottile del mondo: uno strato singolo di atomi di carbonio ordinati in una struttura a nido d’ape. Tante e tali sono le sue proprietà che il “gioco” dei due amici è stato premiato con il Nobel per la fisica nel 2010.

Così in un gioco tra il fisico e il concettuale, tra scienza ed emozione Sandro del Pistoia presenta in mostra i Grafemi, alfabeti monocromi in bassorilievo che parlano la lingua degli alfabeti strutturali dell’universo. Insieme in mostra sculture sospese nel tempo e nello spazio.

Si può toccare il respiro? Può il vuoto essere percepito come volume positivo e non come assenza? Può l’apparente fragilità dimostrare resilienza estrema, metafora fisica delle infinite risorse capacitive ed adattive degli organismi? A queste risposte Sandro del Pistoia dà risposta con una ricerca innovativa e delicata per la piacevolezza estrema eppure forte per strutture biomorfe in cui contenuto e contenitore si uniscono confondendo la percezione. Ed è per questa con-fusione che il primo istinto dello spettatore è toccare, cercando di capire prima con i sensi che con la testa. E questo accade quando finalmente ci si trova di fronte al mistero dell’arte…

Sandro Del Pistoia nasce a Viareggio nel 1975, vive e lavora tra Londra e Pietrasanta. Dopo gli studi in Architettura nel 2006 con la partecipazione alla XII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara inizia la sua produzione artistica. Nel 2007 consegue la laurea in Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara. Nello stesso anno partecipa a Cities From Below, workshop curato da Marco Scotini a Pisa e a Interazione e conflitti, networking a cura di Giacomo Bazzani a Livorno.

Nel 2011 entra nella collezione FENDI con la commissione di una performance Fatto a Mano for the Future. Con Giuliano Tomaino presenta un lavoro a quattro mani per il Galata Museo del Mare a Genova e per il CAMEC – museo di arte contemporanea di La Spezia. Nel 2012 entra nella collezione C.A.V. Centro Arti Visive a Pietrasanta con una grande installazione. Nel 2013 la personale Continente presso la Galleria Margini di Massa, gli vale una commissione per una grande installazione presso il Museo Civico del Marmo a Carrara.

Nel 2014 è a Shanghai, dove è attivo per sei mesi nella creazione di un’opera per la collezione SWATCH, gruppo per il quale lavora ancora oggi. In Cina il suo lavoro è esposto presso How art Museo di Wenzhou e presso la galleria “ArtThat Koca Art Space” di Shanghai.

UniVerso – Sandro Del Pistoia

5 maggio – 28 giugno 2018

Orario: da martedì a sabato 10-12 e 15-19

Domenica su appuntamento

Lunedì chiuso

Galleria Colossi Arte Contemporanea

Corsia del Gambero, 16 – 25121 Brescia

tel. +39 030 3758583; cell. +39 338 9528261

www.colossiarte.it – [email protected]