Home Artisti UNA VOCE PER LE DONNE: a Milano presso la 809 art gallery...

UNA VOCE PER LE DONNE: a Milano presso la 809 art gallery l’artista Carmen Pedullà

85

Nell’ambito della collettiva Una voce per le donne tra Arte e poesia inaugurata presso la 809 art gallery di Milano e visitabile dal 10 al 18 novembre 2017, siamo lieti di conoscere Carmen Pedullà che in tale collettiva espone l’opera dal titolo “Solitudine”

 

Carmen Pedullà, Solitudine

 

Carmen, benvenuta in questo spazio dedicato agli artisti emergenti… Raccontaci qualcosa su di te… quando hai scoperto la tua passione artistica?

Non è facile palare di sé con poche parole, soprattutto nel mezzo del cammino della mia vita! Che dire di me?mi ritengo una persona semplice e mi piace essere circondata da persone semplici, quando mi alzo la mattina, ringrazio Dio di assaporare la mia tazza di caffè con tutti i miei cinque sensi. Mi trovo a Torino da venticinque anni, da quando mi sono sposata. Da alcuni mesi, nel mio piccolo, mi sto dedicando a me stessa per portare avanti i miei obiettivi tralasciati per una serie di eventi e scelte. Sono cresciuta a Bianco, un piccolo paese affacciato sulla costa Jonica della Calabria. La mia passione artistica nasce sui banchi di scuola quando partecipando a un concorso di disegno vinco una scatola di colori a tempera; mi sono sentita felice e da allora l’entusiasmo dovuto all’arte è stato sempre crescente.

Finita la terza media, rimasta orfana di padre all’età di sette anni, essendo la terza di cinque figli, ho dovuto abbandonare gli studi e iniziare a lavorare ma nei ritagli di tempo libero continuavo a dipingere. Fino a quando in età adulta a diciannove anni inizio a frequentare il Liceo artistico, continuando a lavorare. Al termine degli studi mi sono sposata, ho lasciato la mia terra e mi sono trasferita a Torino per il lavoro di mio marito. La nascita dei miei  due ragazzi mi ha portato nuovamente alla scelta di dedicarmi a loro e a sospendere  ancora temporaneamente la mia passione. Oggi i ragazzi sono cresciuti ed essere qui è il segno della mia ripresa.

Cosa rappresenta per te l’arte? Riusciresti a descrivere le sensazioni che provi nella fase di creazione dei tuoi  lavori?

Per me l’arte rappresenta tutto. Dipingere è diventata la mia ragione di vita (forse per non essere riuscita a farlo prima) mi sento come una farfalla senza ali. Quando dipingo, mi isolo da tutto quello che mi circonda…  si sa ognuno di noi ha bisogno di evadere dalla quotidianità e principalmente dalle notizie che sentiamo ogni giorno dai social, dai telegiornali, che ti fanno stare male. Si sa ogni artista vive il suo periodo storico e ultimamente da quello che sentiamo, non è un bel periodo: dal problema del terrorismo, quello economico quello dell’inquinamento ambientale, ecc., Basta! Ce ne sarebbe un’infinità.

Punto i piedi e in quel momento ci sono io e la tela bianca, i colori, i pennelli e la luce, sì la luminosità del sole è fondamentale per me … è la mia energia vitale nel realizzare le mie opere. Quando inizio un nuovo dipinto è sempre una grande emozione nuova,penso che la cosa vale per qualsiasi artista, come il cantante sul palco ogni volta che canta una sua canzone, parto sempre da un soggetto, un tema che vivo o che ho vissuto. Dipingo come se fossi un mio primo dipinto, portandolo a termine con quella trepidazione di vederlo finito. Perché non sarà mai come avevo programmato. Una volta finito ,chi lo osserva riceve le mie stesse sensazioni, emozioni …. È per me una grande conquista. 

Hai partecipato a diversi eventi, ma ogni volta è una grande emozione…. in base a quali criteri scegli gli eventi a cui partecipare e come vedi il mondo dell’arte oggi?

E’ vero! A ogni evento al quale partecipo, è sempre emozionante perché non sempre saranno le stesse persone a  vedere le mie opere e questo è una grande cosa per fare conoscere la mia arte. A questo proposito ringrazio Francesca  art  curator di questa esposizione , di avermi contattata. Certo il mondo dell’arte non è facile, è come una strada tortuosa con diversi ostacoli, innanzitutto per chi è all’ inizio come me.  Scelgo gli eventi a cui partecipare in parte per una questione economica ma preferisco gli eventi dove le mie opere sono mostrate, perché trovarsi di fronte a un’opera non regala le stesse percezioni che propone il video o la foto modificando i colori, dove la sensibilità della pennellata non è evidenziata ,anche trovarsi alla misura reale del dipinto ti porta ad avere un’altra ideazione.

L’esposizione “Una voce per le donne tra Arte e poesia” vuol essere un occasione per celebrare la donna ed evidenziare al tempo stesso il suo disagio e dolore, con particolare riferimento al drammatico problema delle violenza sulle donne.. le donne vittime di violenza sono moltissime e molte altre vivono situazioni di disagio, subendo violenze psicologiche, a volte anche più pesanti di quelle fisiche… attraverso questa mostra vogliamo sensibilizzare la collettività su queste tematiche… ti senti di lanciare un messaggio a riguardo?

L’unico messaggio che mi sento di lanciare e che noi donne dobbiamo essere libere, imparare a prenderci cura del nostro IO, a volerci bene e non permettere a nessuno di trattarci male. Non dovendo più subire, che può essere una violenza fisica, psichica, emotiva, economica, segnando la nostra vita, togliendoci sicurezza e gioia di vivere. Anche una semplice camminata all’aria aperta non deve essere oscurata dal malessere della violenza ma godersela a pieno perché  la vita è una sola e nessuno ce la restituisce. E trovare sempre la forza nel momento di difficoltà a farci aiutare da chi può farlo.

Prossimi progetti o mostre in programma?

Continuare il mio percorso artistico, sperando che non ci siano di nuovo interruzioni. Continuando a crescere, perché noi ci formiamo continuamente, giorno dopo giorno, vivendo immersi nel mondo che ci circonda modificandoci inarrestabilmente ed esprimerlo con le mie opere, partecipando ad altri eventi e mostre personali .

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa interessante artista presso la 809 art gallery e di seguirla attraverso la sua pagina facebook