Home Artisti I LOVE ITALY – ROMA presenta l’artista Francesca Ghidini, tra i protagonisti...

I LOVE ITALY – ROMA presenta l’artista Francesca Ghidini, tra i protagonisti presso Spazio40, nel cuore di Trastevere, della collettiva che promuove i talenti italiani!

121

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata presso la galleria Spazio40 sabato 28 aprile, siamo lieti di conoscere Francesca Ghidini che in tale esposizione presenterà un’opera astratto-materica dal titolo Gli ingranaggi della mente.

Francesca, innanzitutto benvenuta in questo spazio che da voce agli artisti emergenti. Permetti ai nostri lettori di conoscerti meglio…quando hai scoperto la tua passione per l’arte e qual è stato il tuo percorso formativo?

Fin da piccola la mia creatività emergeva in ogni cosa. Mi divertivo a creare lavoretti, a scrivere favole, a cantare e a mettere in scena veri e propri spettacoli e come pubblico? Ovviamente i miei genitori. Crescendo ho iniziato a trasformare le mie emozioni e a dar loro voce attraverso il disegno e la pittura. Tutto parte dal cuore, e quindi da un sentimento che provo che si trasforma in un’idea. Perché non esprimerlo quindi attraverso l’Arte? Non ho studiato al liceo Artistico, anche se avrei voluto farlo. Mi diletto ad improvvisare e ad inventare modi per rendere al meglio i miei pensieri. Sono alla continua ricerca di modi innovativi di pittura che rendano ancora più viva la realtà che percepisco e che voglio trasmettere.

l’artista Francesca Ghidini

Per un’artista il contatto con la tela e i pennelli è un qualcosa di “magico”, straordinario… Riusciresti a descrivere le sensazioni che provi durante l’esecuzione di un’opera e nel momento in cui la porti a termine?

Come dicevo tutto parte da una sensazione, da un sentimento o uno stato d’animo che emerge da una situazione che sto vivendo; quindi definisco i miei lavori il prolungamento materico del mio pensiero. Dare  loro vita è un po’ come riuscire a vivere la realtà due volte contemporaneamente. Prendo una tela o un foglio semplicissimo e abbozzo la mia idea. Disegnare, dipingere è un modo per completarmi e per capirmi, per quello che sono, con i miei difetti e i miei pregi. Ritengo che le mie imperfezioni stilistiche mi differenzino da tutti. Non mi ritengo ne migliore ne peggiore di nessuno. Semplicemente differente.  Dopo avere eseguito l’opera, (a volte ci metto un ora a volte un mese) rifletto, e spero di essere capita da chi in futuro la osserverà.

La tua pittorica estremamente varia sia dal punto di vista figurativo che puramente tecnico, dimostra la tua sensibilità artistica e soprattutto il tuo interesse per la sperimentazione, che ti conducono ad innovare continuamente il tuo stile e portare così avanti la tua ricerca. Alla luce di ciò, mi piacerebbe conoscere le dinamiche e la genesi dell’opera “Gli ingranaggi della mente” che esporrai in questa collettiva..

Gli ingranaggi della mente , così ho voluto intitolare il mio lavoro , è la sintesi dei meccanismi che muovono tutto. Parlo appunto dei sentimenti. Sono loro la vera essenza del mondo. Tutto è generato e ruota intorno a questo. Le Idee stesse nascono da sentimenti. Provate ad immaginare la vita senza l’Amore. Niente felicità , niente tristezza…le persone e la loro unicità non ci sarebbero; esisterebbero solamente ‘sassi immobili in balia del fato’. Purtroppo non tutti gli ingranaggi sono perfetti, ma sono indispensabili per andare avanti e per cercare soluzioni. Un uomo senza idee è come una macchina senza motore. Ho passato un periodo molto pesante emotivamente, che mi ha fatto riflettere e quest’opera è frutto del mio vissuto. La speranza è che gli ingranaggi non smettano mai di funzionare, di girare. I cuori devono battere… l’Amore deve trionfare su tutto.. la speranza non deve mai morire..

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività degli italiani, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Spero di portare umanità e di fiducia con l’Arte. Il mio è un messaggio chiaro: mai mollare! Mai perdere la nostra umanità di fronte alle situazioni. Ho due figlie piccole e miro a trasmettere loro più serenità possibile. L’Arte per me è una fonte comunicativa potente. Intere generazioni si sono ispirate a pittori, cantanti, artisti, da sempre. Spero un giorno di poter portare speranza concretamente ai bambini in difficoltà. I bambini sono il futuro e se togliamo loro i sogni non potremo mai ambire ad un mondo migliore.

Prossimi progetti o mostre in programma?

In Giugno parteciperò all’esposizione collettiva d’arte contemporanea ‘’EXPO CONTEMPORARY grazie all’Associazione ‘Lo specchio dell’Arte’ di Ferrara. Parteciperò al Trofeo d’arte Visiva citta di Salerno in luglio e sarò presente alla tappa di Firenze di “I love Italy” a Settembre.

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa interessante artista presso la Galleria Spazio40 a Roma.. Vi aspettiamo!