Home Artisti I LOVE ITALY – Venezia presenta l’artista Lauretta Bortolan, tra i protagonisti...

I LOVE ITALY – Venezia presenta l’artista Lauretta Bortolan, tra i protagonisti presso il Centro d’arte San Vidal, in pieno centro a Venezia, della collettiva che promuove i talenti italiani!

310

Nell’ambito della collettiva I LOVE ITALY che sarà inaugurata sabato 21 luglio presso il Centro d’arte San Vidal, siamo lieti di presentare Lauretta Bortolan che in tale mostra esporrà “La joyeause pivoine”.

Lauretta, innanzitutto benvenuta in questo importante progetto dedicato agli artisti italiani.. Raccontaci qualcosa di te: quando hai scoperto la tua passione per l’arte?

Come penso per la maggior parte di chi dipinge è una parte di noi da sempre, innata direi…magari a scuola si eccelle in questo, da piccoli si disegna o si dipinge qualsiasi cosa in casa per il delirio dei genitori , ma non è poi così importante anche se questa nostro sentire ci accompagna imperterrito nella nostra crescita… molto spesso se ne resta sopito, addormentato…….e di tanto in tanto si desta e ti urla: “allora mi fai uscire voglio esplodere”. Piccoli accenni con schizzi di matita sporadicamente, tanto per tenere cheta questa voglia grande di usare colori e pennelli, brevi studi di disegno per una scuola di moda, anni ad accumulare colori, tele e quant’altro senza mai trovare il momento adeguato per usarli, senza mai volergli dare spazio (la famiglia ,i figli ,il lavoro, i nipoti, sembra tutto un complotto per dire alla tua passione stattene buona prima o dopo ascolto anche te )…. Ma anni fa un dolore troppo grande troppo forte, la MORTE ….sì proprio la morte, il buio totale, il contrario della luce che io amo immensamente… la morte di una carissima amica, lei solare, gioiosa ,se dovessi descriverla in lei c’era un arcobaleno di colori, portata via in soli tre mesi da quel male infame alla testa. La rabbia e il dolore sono state le micce per aprire finalmente le porte a questa immensa voglia di far giocare i pennelli col mio sentire…….dal buio della morte e del dolore è nato il mio percorso fatto di luce, colore, gioia e passione. Anche le situazioni peggiori fanno nascere grandi cose!

In questo evento esporrai “La joyeause pivoine” un’opera che fa parte di una serie intitolata “Le jardin de la lumière” (il giardino della luce). Ti va di raccontarci com’è nato questo progetto e quali sensazioni ti piacerebbe trasmettere? 

E’ un progetto nato per gioco, dialogando con una cara amica pittrice, unendo la mia passione sfrenata per i fiori e amando sopratutto la luce, la luminosità in ogni suo essere… pensando alla gioia che si prova innanzi ad un giardino colmo di fiori colorati che mescolano sfumature, colori, profumi, chiari e scuri che giocano tra i petali e il verde circostante grazie alla luminosità della luce che sembra baciarli e giocar con loro donando agli occhi di chi osserva attimi di gioia e di stupore. E allora mi sono chiesta: perchè non tentare di far rivivere queste emozioni, questa gioia e trasmetterla a chi andrà ad osservare questa piccola collezione limitata  dove 10 fiori luminosi giocheranno con la luce, immortalati sulle tele per dar vita a un giardino eterno riservato a pochi.

Cosa rappresenta per te la pittura? Riusciresti a descrivere ciò che provi durante l’esecuzione delle tue opere?

La pittura per me è una vera e propria medicina, la miglior cura per star bene, un momento per rimanere con me stessa… il momento in cui i miei pensieri dialogano in piena libertà con il cuore e con l’anima giocando e divertendosi… estasiandosi, ritrovandosi in piena totalità… un momento che sembra avvicinarsi molto a uno stato meditativo in cui tutto il resto se ne resta fuori, anche il tempo. E mi mancano molto questi momenti quando per qualche motivo mi devo assentare da loro. Quasi a star male, poi si riprende e …… tutto per incanto passa .

Lauretta Bortolan – La joyeause pivoine

L’esposizione I love Italy vuol celebrare il nostro Paese e la creatività in generale, lanciando un messaggio positivo in un’epoca fortemente complessa, affinché questo paese possa ripartire proprio dall’arte, che continua a sopravvivere nonostante le avversità. Proprio per queste ragioni abbiamo voluto concepirlo come un progetto mostra itinerante, cercando così di sensibilizzare un numero sempre maggiore di individui. Qual è il tuo pensiero e cosa pensi di poter fare nel tuo piccolo, attraverso la tua arte?

Essendo questo in cui viviamo un momento complesso in cui il grigiore, i turbamenti, le paure, le angosce fanno parte del nostro quotidiano, in qualche modo nel nostro piccolo grazie all’arte possiamo portare qualche goccia di serenità in chi osserva, regalare qualche emozione che riesca a penetrare nell’anima come un raggio di luce e come tale riscaldare, ma sopratutto portare luce dove vi è il buio, regalare attimi di gioia dove vi è tristezza….

Nel mio piccolo anche la mia goccia unita a tante altre può formare un mare, un mare di creatività, un mare con una forza e un energia positiva esplosiva……

Che cosa hai in mente per il futuro? Prossimi progetti?

Mai paga del mio lavoro sempre alla ricerca di poter dare un pò di più, di migliorare, di trovare il mio vero essere, il tempo farà il suo corso con la speranza strada facendo di saper regalare emozioni e vibrazioni positive per chi osserva.

Progetti ? …..i pensieri sono sempre oltre… mai mettere limiti all’universo.

Chi vivrà vedrà… :) 

Grazie per il tempo che ci hai concesso.. Invitiamo i nostri lettori a scoprire questa interessante artista presso il Centro d’arte San Vidal a partire da sabato 21 luglio!